Blog

News e Tendenze

Vittoria della Francia ai Mondiali. Lo chef italiano che offre la pasta ai parigini

Di il

Share
Vittoria della Francia ai Mondiali. Lo chef italiano che offre la pasta ai parigini

Vincere i mondiali ha reso felici i francesi, mangiare un bel piatto di pasta gratis ha coronato ancor di più il loro sogno calcistico.

L'idea è di Denny Imbroisi chef di origini calabresi ormai fermamente adottato dai cugini d'oltralpe che ha aperto a Parigi un ristorante gourmet, Ida, e un bistrot di stile italiano, Epoca.

L'idea: pasta gratis per i tifosi

Per festeggiare la vittoria dei Bleus, ha pensato di lanciare dal suo profilo Instagram un messaggio: chiunque avesse condiviso una fotografia con l'hashtag #fierdetrebleu avrebbe guadagnato un piatto di pasta gratis a scelta nel suo ristorante nelle giornate di domenica 15 e lunedì 16 luglio. Detto fatto, si è scatenata la caccia all'omaggio. "È stato pazzesco - racconta lo chef Denny Imbroisi - In 10 minuti ho avuto più di 6000 visualizzazioni sul mio profilo Instagram e oltre 15.000 connessioni sul sito del ristorante. Per non parlare delle centinaia di telefonate al locale. In pochissimo tempo avevamo riempito ogni posto a disposizione".

Un'idea venuta dal cuore che si è trasformata in un piccolo successo di marketing e che è stata molto apprezzata dai suoi clienti: "Mi prendevano tutti un po' in giro qui a Parigi perché l'Italia era stata esclusa dai Mondiali. Quando, però, hanno visto il mio gesto generoso, l'hanno apprezzato e mi hanno detto: "Bravo Denny, sei stato un ottimo esempio di figlio adottivo e di amicizia tra i nostri paesi in fondo siamo cugini!". Mi ha fatto piacere".

Best seller: il piatto piatto più richiesto

Una carbonara gourmet: spaghettoni dal forte profumo di grano, inondati dalla cremosità del tuorlo d’uovo e dalla sapidità del pecorino. Il guanciale, tagliato sottilissimo, si scioglie immediatamente a contatto con il calore della pasta. E' questo il piatto che è stato più richiesto durante le due serate "speciali" dedicate alla vittoria della Francia.

Curiosità: l’importante quotidiano francese Le Figaro ha incoronato la pasta alla carbonara di Denny Imbroisi come la migliore di Parigi. I critici enogastronomici, prima di arrivare a questa decisione, hanno confrontato 10 paste alla carbonara della capitale: al secondo posto si è classificata quella di Ober Mama e al terzo quella dell’Armani Cafè 

Gli altri piatti in omaggio

Tra i piatti di pasta che si potevano scegliere in omaggio anche L'uovo e il raviolo, ispirato al ristorante due stelle Michelin San Domenico di Imola dove lo chef ha lavorato molti anni. Si tratta di un raviolo con una farcia di ricotta di bufala e foglie di rafano che racchiude anche un tuorlo d'uovo. Il raviolo cuoce soltanto 2 minuti e così, quando lo si taglia, il tuorlo d'uovo cola morbidamente nel piatto.

Gli altri piatti erano i Ravioli del Plin con salsa di vitello e tartufo estivo e le caserecce fatte a mano con pesto di basilico thai.

Si tratta di un tipo di basilico esotico con forti note di anice e dragoncello. Visto che si ossida facilmente, per trattarlo al meglio lo chef lo sbianchisce per 10 secondi nell'acqua bollente e poi lo frulla con olio extravergine d'oliva, pinoli e Parmigiano Reggiano per farne un pesto delicato.  

Rafael Nadal ama la pasta

Non è un caso che il binomio pasta - sport abbia funzionato ancora una volta. Gli sportivi, si sa, amano mangiare la pasta. Tra i clienti poi affezionati del ristorante di Denny Imbroisi, ad esempio, c'è il grande tennista Rafael Nadal.

"Mangia almeno 150 grammi di pasta prima delle partite. La sua preferita è con il pomodoro fresco o con i frutti di mare. Inoltre Nadal è molto superstizioso: se mangia la pasta e il giorno dopo vince la partita torna anche la volta successiva nello stesso ristorante. Con me è successo più volte sia quest'anno che l'anno scorso. Mi piace pensare che la mia pasta sia un portafortuna!".

Tra i fan di Imbroisi anche Laurent Blanc, allenatore di squadre importanti tra cui il Paris Saint-Germain che si è laureato Campione del mondo nel 1998 con la Nazionale francese. 

Chi è lo chef

Denny Imbroisi a 24 anni se ne è andato dall'Italia per inseguire il sogno dell'alta cucina ed è diventato sous chef di Alain Ducasse al ristorante sulla Tour Eiffel Le Jules Verne.

Per 2 anni ha collaborato con Mauro Colagreco, due stelle Michelin al ristorante Mirazur di Menton, in Costa Azzurra. Oggi è chef e imprenditore: ha aperto Ida, ristorante gourmet che porta il nome della sorella e ha inaugurato anche un bistrot - Epoca - in cui offre piatti della tradizionale italiana casalinga.

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags