Blog

News e Tendenze

Dove mangiare a Capri, gli indirizzi gourmet dell'isola azzurra

Di il

Share
Dove mangiare a Capri, gli indirizzi gourmet dell'isola azzurra
Foto Punta Tragara - Le Monzù

Capri, celeberrima isola campana, perla del Mediterraneo che tutto il mondo ambisce a visitare. L'esclusiva isola è nota per lo shopping del lusso lungo via Camerelle, i panorami mozzafiato, la caratteristica piazzetta e gli iconici Faraglioni, simbolo della località. 

Ma non lasciatevi ingannare dall'internazionalità della destizione turistica d'élite: a Capri è possibile trovare dell'ottima e ricercata cucina italiana, anche oriantata al fine dining. In tutta l'isola infatti presenti ben 4 stelle Michelin, una al centralissimo e panoramico Mammà, una sul mare presso Il Riccio Beach Club & Restaurant, due presso L'Olivo di Anacapri.

Ma sono anche altri gli indirizzi gourmet da scoprire negli angoli più remoti e scenografici di questa isola incantata, dall'impeccabile Le Monzù all'interno dell'hotel Punta Tragara al trendy Rendez Vous, ristorante del Gran Hotel Quisisana.

Tanto pesce ma anche la più genuina tradizione campana: di seguito 8 indirizzi in cui mangiare a Capri (Marina Grande e Anacapri compresi).  

Le Monzù

Situato all'interno dell'hotel Punta Tragara, una splendida villa progettata da Le Corbusier, il ristorante Le Monzù dispone un'area interna con vista privilegiata direttamente sui Faraglioni, nonché di un pool bar dove è piacevole rilassarsi durante un pranzo o un aperitivo. Che si tratti di un light lunch o di una cena composta da molteplici portate, ad andare in scena a Le Manzù sono i più classici profumi e sapori mediterranei, con predilezione per i piatti di Capri e napoletani, interpretati dall'estro creativo dello chef Luigi Lionetti. Il nome così particolare proviene dal francese "monsieur", appellativo che gli aristocratici napoletani di un tempo riservavano agli chef che lavoravano nelle proprie abitazioni. L'esperienza gastronomica, un'alta cucina che parte dai formaggi dei Monti Lattari e arriva al mare con il pesce crudo, è davvero esclusiva: per raggiungere il ristorante bisogna passeggiare una manciata di minuti tra le più scenografiche ville capresi.

Le Monzù
via Tragara 57, Capri
Sito

Rendez-Vous

Il ristorante Rendez-Vous è una boutique del gusto in cui godersi i piaceri della tavola. Non a caso si trova in via Camerelle, la strada caprese del lusso e dello shopping griffato. È il ristorante gourmet dell'imponente e celebre Grand Hotel Quisisana. Una volta accomodati su una delle candide sedie del Rendez-Vous, l'eleganza si fonde con il clima accogliente grazie alle pietanze fine dining dello chef Stefano Mazzone, che si occupa anche de La Colombaia, il ristorante a bordo piscina della struttura, e del bar Quisi snack, tutti della stessa proprietà. A dirigere il ristorante è Aldo D'Errico, che nel suo curriculum vanta esperienze con Gualtiero Marchesi e Heinz Winkler.

Rendez-Vous
via Camerelle 2, Capri
Sito

Mammà

In una vietta stretta in cui si respira il più autentico folclore craprese, ci si immerge di colpo il un ristorante di alta cucina che non rinuncia alla sua veracità campana. La proposta del Mammà, piacevole indirizzo dell'isola con vista mozzafiato ed una stella Michelin, inizia con la degustazioni di pizze dalla ricetta esclusiva per poi dedicarsi alle ricette gourmet dello chef Salvatore La Ragione, che ha lavorato anche con Alain Ducasse. Ne esce un racconto gastronomico di genuinità regionale capace di farsi apprezzare da una clientela gourmand tanto italiana quanto internazionale. Non a caso di qui è passato anche lo chef Gennaro Esposito.

Mammà
Via Madre Serafina 6, Capri
Sito

Da Tonino

Un luogo di pace e gastronomia ricercata in cui il vino pregiato è il tocco finale. Dagli anni '90, quando Antonino Aprea inaugurò il ristorante Da Tonino, questo indirizzo divenne meta caprese per gli appassionati di food & wine. Oggi alla guida del locale ci sono i figli del ristoratore: lo chef Salvatore Aprea, che si dedica ad una cucina moderna con solide basi nella tradizione campana e italiana, con il fratello Gennaro Aprea, maître sommelier che cura l'importante cantina.

Da Tonino
via Dentecala 12, Capri
Sito

Gennaro Amitrano

A pochi passi dalla nota piazzetta, lo chef Gennaro Amitrano, formatosi da Casa Vissani (ha lavorato anche a L'Altro Vissani, ora chiuso) e con esperienze da Alain Ducasse, gestisce il suo intimo ristorante gastronomico formato da quattro tavoli. Per una cena con massimo otto invitati la saletta laterale è l'ideale. Il menu alterna con equilibrio piatti di terra e di mare. Il menu degustazione è proposto a 40 euro, incluso un calice di vino. Ad occuparsi della carta dei vini è Gennaro Iorio, che privilegia produzioni autoctone. Una particolarità interessante: il locale è aperto tutto l'anno sia a pranzo che a cena.

Gennaro Amitrano
via l'Abate 3, Capri
Sito

JKitchen

Attenzione per la materia prima, ingredienti biologici, presidi Slow Food e cura delle presentazioni, fanno del JKitchen uno degli indirizzi da provare a Capri. Questo locale di classe a Marina Grande, non molto distante dal Porto Turistico di Capri, è a disposizione degli ospiti del JK Place Capri, a strapiombo sul mare, ma anche di clienti esterni. Il menu contemporaneo è ispirato alla cucina napoletana, realizzato con prodotti stagionali.

JKitchen
via Provinciale Marina Grande 225, Marina Grande
Sito

L'Olivo

Si tratta dell'unico ristorante dell'intera isola insignito di ben due stelle Michelin. All'interno del Capri Palace, ad Anacapri, L'Olivo è un inno all'esclusività della qualità italiana, a partire dall'arredamento: tessuti Loro Piana, vetri di Murano e dettagli di design. All'interno o sulla terrazza viene proposta una cucina giocata tra innovazione e tradizione, firmata dallo chef Andrea Migliaccio, sempre attentissimo alla decorazione di ogni singolo piatto pronto per essere portato in sala.

L'Olivo
via Capodimonte 2, Anacapri
Sito

Il Riccio Beach Club & Restaurant

Una stella Michelin ad Anacapri. Il Riccio Beach Club & Restaurant è la più "marittima" delle mete gastronomiche capresi. Terrazza sul mare, pareti e tendaggi bianchi, tavoli in legno blu Mykonos sono la giusta scenografia per i piatti dello chef Salvatore Elefante, i cui protagonisti sono il pesce e i frutti di mare.

Il Riccio Beach Club & Restaurant
via Gradola 4/11, Anacapri
Sito

Avete in programma un salto sulla terra ferma?
Ecco dove mangiare a Salerno dalla colazione alla cena.

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags