Blog

News e Tendenze

Chi è Giovanni Passerini, l'italiano premiato come miglior chef in Francia da Le Fooding

Di FDL il

Share
Chi è Giovanni Passerini, l'italiano premiato come miglior chef in Francia da Le Fooding

Le Guide Fooding è una delle guide gastronomiche più amate dai francesi: il suo taglio contemporaneo restituisce ogni anno un ritratto della ristorazione più fresca e dinamica, a Parigi e non solo. 

Nella guida 2017 - in uscita in Francia il 10 novembre - ad essere eletto come migliore chef c’è un italiano, Giovanni Passerini, che proprio a Parigi ha il suo ristoranteRestaurant Passerini, nel 12esimo Arrondissement.

“Sulla sua tavola propone la cucina di un grande ristorante e al contempo di un bistrot, con influenze mediterranee. Assolutamente formidabile” così ha dichiarato Alexandre Cammas, fondatore e direttore di Le Fooding.

GIOVANNI PASSERINI - LO CHEF ITALIANO CHE HA STREGATO PARIGI

Ma chi è Giovanni Passerini, l’ennesimo talento italiano che ha trovato fortuna nella capitale francese?

Romano, classe 1976, laureato in economia aziendale, Giovanni parte nel 2007 alla volta di Parigi, prima a L’Arpege da Alain Passard e poi a Le Chateaubriand di Aizpitarte.

Nel 2010 il grande passo: decide di aprire il suo locale e fa innamorare tutti i parigini con Rino, ristorante piccolo con cucina ancor più piccola in zona Bastiglia, lodato da pubblico e critica.

A metà 2014, all'apice del successo, la decisione 2014. Passerini torna poi con un ristorante più grande e annesso Pastificio dove i francesi possono comprare della pasta fresca italiana d’autore.

Niente cucina da grandi insegne stellate: Passerini ha scelto con convinzione di non dedicarsi alla cucina creativa, ma di rivoluzionare il concetto di bistrot francese, con una buona dose di italianità e con delle formule al di fuori dei soliti binari.

Passerini non è l'unico chef italiano che a Parigi ha trovato la sua strada. Nella capitale francese ci sono anche il giovanissimo Simone Tondo, l’italo-brasiliano Mauricio Zillo e il pizzaiolo Gennaro Nasti.

 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags