Blog

News e Tendenze

Identità Milano 2015: cosa non dovete assolutamente perdere

Di FDL il

Share
Identità Milano 2015: cosa non dovete assolutamente perdere

Identità Milano 2015 è alle porte e con lui anche un numero incalcolabile di eventi e interventi da non perdere. Nella marea di cose da sentire, assaggiare e vedere cosa mettere in calendario?

Programma alla mano, cerchiamo di fare uno sforzo e compiliamo una pratica lista della spesa con le cose da vedere assolutamente. 

1. I GRANDI INTERVENTI
Identità Milano significa vedere almeno una volta l'anno gli chef più famosi sotto lo stesso tetto. I grandi appuntamenti di quest'anno? Pietro Leeman, Alain Ducasse e Roman Meder, Enrico Crippa, Cristina Bowerman, e Davide Scabin (8 febbraio). Il 9 si continua con Carlo Cracco, Daniel Humm e Will Guidara (Eleven Madison Parka e NoMad), Niko Romito, Heinz Beck. Il 10 si chiude in bellzza con Massimo Bottura.

2. S.PELLEGRINO YOUNG CHEF 2015
Durante i primi 2 giorni della manifestazione allo stand Acqua Panna e S.Pellegrino i giovani sfidanti di S.Pellegrino Young Chef 2015 prepareranno i loro piatti per il pubblico di Identità Golose. Martedì 10, invece, spazio alla sfida vera e prorpria: i 10 chef prepareranno i loro piatti e 7 grandi chef eleggeranno il vincitore italiano per l'ultimo grande capitolo: la grande finale sul palco dell'Expo Milano 2015.

3. IDENTITA' MONTAGNA
Dopo l'esperienza a Cortina, Identità Montagna per la prima volta solcherà il palco milanese. A rappresentare, fra gli altri, l'alta cucina d'alta quota Antonio Borruso (Umami), Alessandro Dal Degan (La Tana), Norbert Niederkofler (St.Hubertus).

4. IDENTITA' PICCANTI
E dopo Identità Montagna non perdete l'altra grande novità di quest'anno: Identità Piccanti, ovvero, un focus attraverso gli chef su questo grande "masochismo" gastronomico. Fra i relatori Dylan Jones e Bo Songvisava (Bo.lan – Bangkok, Tailandia), Haruo Ichikawa e Lorenzo Lavezzari (Iyo, Milano), Caterina Ceraudo (Dattilo, Strongoli) e Gianluca Fusto.

5. I GIOVANI DA NON PERDERE
La saggezza gastronomica non proviene solo dalla voci dei grandi chef; durante Identità Milano avremo molto di imparare anche dai giovani che solcheranno i vari palchi. Non perdete Simone Tondo (Roseval, Parigi) e Roberto Flore (Nordic Food Lab), due giovani italiani che hanno fatto grandi cose all'estero, e in più prendetevi un po' di tempo per passare ad ascoltare Lorenzo Cogo (El Coq), Christian Milone (Trattoria dei Zappatori) e Marianna Vitale (Sud, Quarto). 

Tags