Blog

News e Tendenze

Fare il cameriere? È più stressante che essere un neurochirurgo

Di FDL il

Share
Fare il cameriere? È più stressante che essere un neurochirurgo

Il lavoro più stressante del mondo? Quello del cameriere. È quanto sembra emergere da un numero sempre più consistente di ricerche, che mettono il servizio in sala in cima alle classifiche dei lavori ad alto tasso di stressa.

Abbiamo già parlato in diverse occasioni di quanto il mestiere di chef sia duro, nonostante l'infiocchettatura patinata subita in televisione, che restituisce un'immagine parecchio edulcorata del mondo della cucina. E il lavoro di cameriere, invece? Nonostante negli ultimi anni l'attenzione - sia dei media che degli addetti al settore - si sia molto concentrata sul personale di sala, quello di cameriere continua ad essere un lavoro sottovalutatissimo.

Orari e stipendi in proporzione non diretta, clienti faticosi (per usare un eufemismo) e ritmi estenuanti (ci è concesso un altro eufemismo?). Una delle ricerche più recenti, in particolare, ha evidenziato come fare il cameriere sul lungo periodo sia dannoso per la salute fisica - e mentale. Secondo uno studio condotto dagli scienziati della Southern Medical University di Guangzhou, in Cina, quello di cameriere sia un lavoro che unisce la fatica a bassi livelli di controllo. A differenza invece di lavori come il chirurgo o l'architetto, faticosi ma "attivi" e con un'alta gratificazione.

Ma cosa comporta questo primato di stress? Un rischio di infarto del 22% più alto rispetto a chi fa lavori meno stressanti, la propensione a bere e fumare di più, e in generale ripercussioni a livello fisico da non sottovalutare. Qui trovate un resoconto dettagliato della ricerca.

 

Leggi anche: Come farsi Odiare al ristorante in 13 punti.

farsi odiare al ristorante

 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook