Blog

News e Tendenze

Novità e trasferimenti: il bollettino di fine estate-inizio autunno

Di il

Share
Novità e trasferimenti: il bollettino di fine estate-inizio autunno
Foto Jacopo Salvi

Vi abbiamo già raccontato la calda stagione degli chef, tra nuove aperture e trasferimenti, ma non mancano i colpi di coda di fine estate. L'autunno gastronomico comincia con tante novità, che vedono coinvolta in prima linea la città di Milano, sempre attiva sul fronte food, ma anche il Trentino, ugualmente in fermento. Ebbene, è giunto il momento di fare il punto.

Scoprite qui di seguito le principali novità di fine estate-inizio autunno 2019.

Apre il nuovo Mi View Restaurant by Artimondo - Milano

Si trova al ventesimo piano, in vetta al World Join Center, avveniristica torre che domina la città di Milano, in zona Portello. Il Mi View Restaurant è stato inaugurato il 16 settembre e ha aperto ufficialmente al pubblico il giorno successivo, negli spazi un tempo occupati dall'Unico Restaurant - con cui non vi è alcun tipo di legame: c'è stato un cambio di gestione, di filosofia e di impostazione. Quello che non è cambiato, però, è il punto di forza della location, ossia la vista panoramica, con un affaccio a 360 gradi sulla città e un colpo d'occhio sullo skyline meneghino, sulla Pianura Padana e sulle Alpi (è il ristorante più alto di Milano). 

Il nuovo progetto, del tutto inedito, è firmato da Artimondo, la società che sigla Artigiano in Fiera, la celebre fiera milanese dedicata all'artigianato. Il ristorante, infatti, nasce per valorizzare, attraverso i piatti, gli artigiani e i produttori d'eccellenza del Bel Paese, da cui provengono le materie prime usate in cucina (una media di quattro prodotti selezionati dal network di Artimondo per realizzare ogni piatto, di cui è possibile ordinare anche la mezza porzione). Sul menu, un QR Code permette di collegarsi direttamente al sito, per scoprire la storia degli ingredienti, la loro provenienza e, eventualmente, acquistarli. In cucina c'è lo chef Cristian Spagnoli, alla guida di una giovane brigata, mentre la location, che include un tavolo dello chef affacciato sulla cucina e un nuovo spazio privé dal look intrigante - è stata progettata dall'architetto Roberto Allevi.

Alfio Ghezzi arriva al MART di Rovereto

Avevamo già annunciato l'approdo di Edoardo Fumagalli alla Locanda Margon, due stelle Michelin a Ravina (Trento). E Alfio Ghezzi? Abbandonato il timone della Locanda Margon dopo quasi dieci anni, ha annunciato la sua prossima avventura professionale: dal 22 ottobre, e per i prossimi sei anni, gestirà la Caffetteria del Mart, Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, che si chiamerà proprio Alfio Ghezzi.

Lo chef, infatti, si è aggiudicato la gara pubblica indetta dal museo per la gestione della Caffetteria, da poco rinnovata negli arredi da Mario Botta con lo studio Baldessari e Baldessari, incentrata sul design made in Italy del Novecento. Lo spazio sarà versatile, con lounge per l’aperitivo, bistrot per la prima colazione e il pranzo, fino alla zona gourmet, dedicata all’esperienza serale, con un menu degustazione per un massimo di 25 coperti. La proposta verterà soprattutto sulla valorizzazione della filiera corta e dei prodotti del territorio, con percorsi gastronomici ad hoc come Viaggio in Trentino o Classici Italiani.

Peter Brunel apre il suo ristorante ad Arco - Trento

Restiamo in Trentino, ma ci spostiamo ad Arco, sul Lago di Garda. È qui che lo chef Peter Brunel, dopo una lunga parentesi alla Lungarno Collection di Firenze - dove ha conquistato una stella Michelin al Ristorante Borgo San Jacopo - ha aperto il ristorante che porta il suo nome: PB - Peter Brunel Ristorante Gourmet. Una location spettacolare, affacciata sul lago, fa da cornice ai signature dish dello chef originario della Val di Fassa, che qui torna "a casa". Una proposta gastronomica tra scienza, ricerca e ricordi. 

Il nuovo ristorante di Haruo Ichikawa a Milano

Grazie a lui, il ristorante milanese Iyo è stato il primo giapponese a conquistare una stella Michelin in Italia. Abbandonate le redini della cucina di IyoHaruo Ichikawa si è dedicato ad altri progetti, come l'ideazione della proposta gastronomica del Magnolia, gastro-bar di ispirazione oreintale, all'interno del Four Seasons di Firenze. Ma non finisce qui. Lo chef torna a essere protagonista a Milano, con Ichi Station, il sushi d'asporto stellato, ma soprattutto con un nuovo ristorante che porta il suo nome, Ichikawa. Aperto da poco, in questo primo periodo, il locale è aperto solo la sera su prenotazione.

Davide Longoni apre Pane Terra a Milano

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Panificio Davide Longoni (@panificiodavidelongoni) in data:

Tra le firme che siglano il pane d'autore a Milano, c'è sicuramente quella di Davide Longoni - che il prossimo weekend sarà impegnato a Cheese 2019 per parlare del futuro della panificazione con la stesura del Manifesto dei Panificatori Agricoli Urbani assieme a Matteo Piffer e Pasquale Polito. Ebbene, il noto maestro lievitista, guru della panificazione, ha aperto nel capoluogo lombardo una terza location: Davide Longoni Pane Terra. Una bottega dove il lievito viene declinato in chiave dolce e salata, in via Fratelli Bronzetti. 

Inaugura Open Colonna Milano

Lo chef romano Antonello Colonna approda a Milano. Dal 3 ottobre, infatti, sarà attivo il ristorante Open Colonna Milano, nuova avventura imprenditoriale dello chef romano, assieme a Simone Dimitri ed Emanuele Sala. Si tratta di un locale all day dining, nel cuore del capoluogo lombardo, in Via Bassano Porrone 8. Seguiteci per rimanere aggiornati, con ulteriori dettagli.

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags