Blog

News e Tendenze

Il nuovo dolcificante a "zero calorie" viene dalla lotta allo spreco

Di il

Share
Il nuovo dolcificante a "zero calorie" viene dalla lotta allo spreco

Sono gli scienziati dell'alimentazione i nuovi "eroi" nella lotta contro lo spreco alimentare. L'ultima novità arriva dalla società olandese Fooditive, fondata dallo scienziato alimentare Moayad Abushokhedim, che ha creato un dolcificante naturale al 100% a zero calorie usando gli avanzi di mele e pere.

I sostituti dello zucchero che esistono sul mercato, come sucralosio e aspartame, sono noti per essere "pericolosi" per l'ambiente (non vengono distrutti, né vengono completamente rimossi dagli impianti di trattamento delle acque di scarico). Allo stesso tempo, lo zucchero, che proviene dalle barbabietole o dalla canna da zucchero, è alla base dei maggiori problemi di salute globali; senza dimenticare il decisivo impatto ambientale che deriva dalla loro coltivazione e produzione.

La novità

Il sostituto dello zucchero di Fooditive, invece, è prodotto industrialmente mediante un processo di fermentazione partendo dall'estrazione di fruttosio da mele e pere. Si tratta di un prodotto a "spreco zero", che utilizza frutti di aziende di fiducia che lavorano con agricoltori olandesi locali. La materia prima di base sono i prodotti in eccesso e che rimangono,  "brutti", o "ammaccati", che vengono rifiutati dai supermercati. L'azienda, inoltra, trasforma anche i rifiuti finali e gli avanzi in terriccio, creando un'economia circolare virtuosa.

Il dolcificante naturale ha zero calorie, e si "comporta" in modo simile allo zucchero quando viene cotto. Può essere quindi utilizzato con faciulità da fornai, chef, e altri professionisti.

Il nuovo prodotto sostitutivo dello zucchero fa parte di un ampio portafoglio-prodotti dell'azienda creati partendo dai rifiuti. C'è anche un agente addensante a base di buccia di banana, un emulsionante che utilizza estratti di patate e un conservante naturale composto da rifiuti di carota.

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags