Blog

News e Tendenze

AMAti! A Milano il temporary shop dedicato alla pasticceria crudista

Di il

Share
AMAti! A Milano il temporary shop dedicato alla pasticceria crudista

Niente farine, lieviti, latte, uova e zucchero. Solo materie prime bio e lavorazioni sotto i 42°. Apre a Milano AMAti!, la prima pasticceria di Milano che venderà solo prodotti crudi. Ma attenzione, non sarà per sempre: il temporary shop chiuderà i battenti il 31 dicembre 2018, quindi avete solo poco tempo per provarla.

Cosa si trova da AMAti!

Cioccolato, pasticceria, biscotti e gelato, tutto rigorosamente crudo. Si trova in Via Malpighi 7 a Milano (all'interno della gelateria Out of the Box), in zona Porta Venezia, la pasticceria che offrirà ai milanesi assaggi della cosiddetta sweet raw experience: dolci senza farine, latte, uova, lieviti e zucchero.

Solo materie prime pregiate, bio e vegan, trasformate in ricette gourmet. Anche il cacao sarà rigorosamente crudo, nella sua veste originale, non tostato, ma semplicemente lavorato a basse temperature per preservarne tutti gli aromi originali. E poi frutta fresca e secca di origine bio e certificata, dolcificanti naturali come lo sciroppo d’agave o il nettare fiore di cocco.

Nel laboratorio di AMAti! si prepareranno fino a fine anno dolci secchi e al cucchiaio, cioccolatini di ogni tipo e, per chi proprio sente la mancanza dell’estate, una lunga serie di gusti di gelato. Tutto sarà crudo, ovvero senza far superare nella cottura delle materie prima i 42°. Questo accorgimento consente di preservare le proprietà nutritive degli ingredienti.  

Una curiosità per chi si avvicina a questo mondo per la prima volta è la pasticceria secca: biscotti, cookies e dolci essiccati a 42°, pertanto senza il ricorso a forni e a cotture di alcun tipo. 

Dietro alle ricette c'è lo chef Vito Cortese, che, dopo corsi di perfezionamento all'estero, è stato tra i primi a sperimentare la filosofia del raw food in Italia. “Il Raw food non è un’esperienza punitiva -  spiega il pastry chef - ma un modo diverso, più consape-vole, di approcciarsi al cibo. Nel mio laboratorio essicchiamo, centrifughiamo, fermentiamo e rei-dratiamo. Poi con pazienza e cura creiamo dolci che siano, oltreché buoni, anche belli da mostrare”.

Vi abbiamo incuriosito?

Scoprite la ricetta dei brownies vegani

Ecco la ricetta del salame di cioccolato vegano

Per accompagnare questi dolci potete prepararvi uno smoothie vegano alla spirulina

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags