Blog

News e Tendenze

Estate in città: 4 nuovi ristoranti a Bologna da provare

Di il

Share
Estate in città: 4 nuovi ristoranti a Bologna da provare
Foto I Portici

Estate in città non significa necessariamente afa, noia e zanzare. Quest’anno Bologna offre, anche per chi non ha in programma vacanze, abbastanza fermento gastronomico da intrattenerci nei caldi mesi estivi, tra cocktail bar sui colli, ristoranti ‘segreti’ e progetti a spreco zero.

Non che la città sia parca di proposte ristorative ‘a cielo aperto’. Alcune sono ormai punti di riferimento estivi dei buongustai bolognesi: ci sono ad esempio il bel giardino, all’ombra di un gigantesco platano, dell’Osteria Bartolini, o ancora il piacevolissimo cortile interno di VIVO, nei pressi di Porta Saragozza. E non mancano nemmeno bei progetti di riqualificazione urbana come il Guasto Village o insoliti aggregatori di street food come il Mercato Ritrovato.

Ecco quattro mete gourmand da non perdere a Bologna nell’estate 2018.

Scarto

Siamo negli spazi di un ex monastero in via della Braina. È questo il luogo che Carsten Steinacker e Victoria Small hanno scelto per un progetto dal respiro internazionale, un cocktail bar zero waste il cui obbiettivo è fare mixology di alto livello, cercando però di ridurre al minimo lo spreco alimentare e autoprodurre il più possibile. E così nella drink list troveremo ginger beer fatte in casa, bevande a base di materie prime fermentate ed essiccate, prodotti come kefir e kombucha che saranno anche in vendita separatamente. La parte gastronomica - taglieri, piccoli assaggi - verrà curata dal ristorante Oltre. Alla faccia di chi vuole Bologna solo come una culla della tradizione e non come un possibile incubatore di innovazione. Apertura in programma per il 14 giugno.

Via della Braina 11 | Sito Web

Hotel I Portici

Da qualche mese I Portici hanno cambiato passo. Agostino Iacobucci ha lasciato il ristorante dell’hotel, a cui aveva fatto conquistare una stella Michelin, e al suo posto è arrivato Emanuele Petrosino, ex sous chef di Nino di Costanzo. E per l’estate è arrivata un’altra novità. I Portici può contare su una delle terrazze più belle del centro bolognese, uno scorcio quasi parigino che affaccia sul Parco della Montagnola, che da qualche settimana alla proposta bistrot affianca quella di una vera e propria pizzeria napoletana. Il menu è ridotto e ben curato, e spazia da una classicissima Margherita a una deliziosa I Portici con Mozzarella, Parmigiano Reggiano e Prosciutto di Parma 18 mesi, oppure a una Casertana con provola di Aversa affumicata, pomodorini del piennolo e pancetta di maialino Nero Casertano. Abbinamenti con birra, vino e cocktail e prezzi più che accessibili.

Via dell’Indipendenza 69 | Sito Web

Rudere

Il RUDERE è uno dei cocktail bar più apprezzati del centro. Nel piccolo locale di via Rialto propongono cocktail brillanti, ottimi taglieri e birre fatte in casa, ma soprattutto un’atmosfera piacevolmente rilassata e quasi conviviale, che lo ha reso apprezzato da una clientela trasversale. Quest’estate gli aficionados del RUDERE hanno ricevuto una bella sorpresa: il 25 maggio sui colli bolognesi ha aperto RUDERE, uno spin off estivo all’interno di Podere Canova, nel parco pubblico di Forte Bandiera, a pochi chilometri dal centro. Durante la settimana l’apertura è serale, mentre il weekend è aperto tutto il giorno. Trovate i cocktail che li hanno resi famosi, cucina semplice ma ben curata, e un bel programma di concerti e proiezioni.

Via Gaibara 1 | Sito Web

Scaccomatto agli Orti

Torna anche per l’estate 2018 il progetto di Mario Ferrara. Da maggio a settembre (con la pausa di agosto) lo chef dello Scaccomatto trasferisce, per tre giorni a settimana, il suo ristorante da via Broccaindosso ai seicenteschi orti di via Orfeo. Un magico cortile interno di un palazzo del centro storico dove ogni martedì, giovedì e sabato Ferrara organizza cene con menu degustazione a prezzo fisso. Le serate iniziano alle 19.45 con quello che lui chiama “Salotto dell’Orto”: momenti di incontro intorno al tema ‘cucina’ con produttori ma anche scrittori ed esperti del settore enogastronomico. Alle ore 21 inizia la vera e propria cena, che ruota sempre attorno a un tema diverso, dal pane al gelato. 2 antipasti, 1 primo, 1 secondo, 1 dolce, acqua e una bottiglia di vino ogni due persone a 50 euro.

Via della Braina 7 | Sito Web

 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags