Blog

News e Tendenze

Ristoranti Messicani a Roma: 6 indirizzi da provare

Di il

Share
Ristoranti Messicani a Roma: 6 indirizzi da provare
Foto Unsplash

Tacos, nachos, Margarita, chili con carne, fagioli, tortillas di mais, mole: solo a leggere il nome di queste ricette sale un appetito atavico.

La cucina messicana è tra le più conosciute e apprezzate al mondo: i condimenti, l’apparente semplicità del morso di un taco o di un burrito, gli ingredienti poveri cotti insieme a così tanti sapori che suonano come un concerto in bocca... Un’esplosione di sapori e goduria, ogni singola volta.

E, data l’indiscutibile capacità della cucina messicana di rendere felici le persone, abbiamo deciso di stilare una lista dei migliori sei ristoranti messicani a Roma. Tra mezcal e guacamole, ecco un viaggio tra i vicoli della Capitale e la sua storia più che millenaria.

La Punta Expendio de Agave

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da La Punta Expendio de Agave (@lapuntaexpendiodeagave) in data:

Citiamo per prima La Punta, come viene chiamata semplicemente a Roma, per molte ragioni. La prima di queste è la ricerca. Un laboratorio in costante movimento sul mezcal, il distillato che racchiude l’anima contadina del Messico e una cucina che cerca sempre di innovarsi, con quei tacos e quelle tostadas colorate, mai scontate, e sempre molto soddisfacenti. Come per esempio il taco ripieno di collo di maiale alla brace marinato con ananas e achiote.

Un doppio indirizzo, con una parte superiore colorata - dove bere ottimi drink e mangiare - e una sala sotterranea, un cocktail bar dedicato alla santona Maria Sabina. Il cocktail bar preferito da Jude Law a Roma, per dirne una. Dove si prende spunto da stregonerie, rituali e intrugli magici messicani per mettere nel bicchiere qualcosa di nuovo, di mai visto.

La cucina prevede tacos e tostadas nelle giuste quantità, per tutti i gusti: non mancano le salse mole e si spazia dal vegetariano al pesce fino, alla carne, naturalmente. La tostada de pulpo adobato, ad esempio, con il polpo marinato in salsa adobo. Ma non di solo tacos vive il Messico: per questo in carta - un menu che cambia grazie anche a numerosi viaggi in diverse zone del Messico - troverete piatti tanto soddisfacenti quanto colorati.

E poi ci sono i mezcal: Cristian Bugiada e Roberto Artusio sono tra i pochissimi ambasciatori del mezcal non messicani. Le loro conoscenze del territorio e delle persone li hanno portati a creare un locale messicano 100%, con piatti autentici e una bottigliera come difficilmente potrete trovarne altrove.

La Punta Expendio de Agave
Via Santa Cecilia, 8

Sito

La Cucaracha

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da LaCucarachaRoma (@lacucaracharoma) in data:

Nato nel 2002, La Cucaracha è uno dei migliori ristoranti di cucina messicana e tex-mex a Roma. In zona Trionfale, proprio accanto alle mura vaticane, si è fatto conoscere per i suoi piatti autentici, conosciuti e meno. Da queste parti il piccante non si può disprezzare, come da tradizione messicana. Alle redini dei fornelli c’è una chef: Diana Beltran. È nata ad Acapulco, sulla costa che affaccia sull’Oceano Pacifico, ma vive qui dall'età di 18 anni e ha un animo ormai italiano.

Il chili con carne è assolutamente da provare, così come ottimi sono anche i condimenti quali guacamole e pico de gallo. Si inizia dagli antipasti, che spaziano dai Nachos con pollo e formaggio fino alle Quesadillas con formaggio e guacamole, fino ad arrivare a due menu principali: uno di ispirazione tex-mex e uno di cucina autentica messicana.

In una cornice arredata minuziosamente nello stile e nei colori del Messico, con gli scheletri del Giorno dei Morti vestiti con tanto di sombrero, potrete gustare piatti semplici come i Burritos di manzo o le Fajitas di pollo o gamberi saltati in padella, come la più tradizionale Cochinita Pibil, carne di maiale con salsa achiote, riso bianco, fagioli e guacamole. O come il Pollo al Chipotle e l’Alambre, carne di manzo saltata con formaggio, chorizo, guacamole e cipolla.

La chef Diana Beltran, ormai una piccola istituzione per gli amanti del cibo a Roma, che non si limitano alla cacio e pepe, ha anche pubblicato un libro di ricette intitolato Messico. Un'ottima lettura, se volete cimentarvi a casa, prima o dopo essere passati a trovarla.

La Cucaracha
Via Mocenigo, 10
Sito 


El Pueblo

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da El Pueblo (@elpuebloroma) in data:

El Pueblo è uno dei ristoranti messicani più autentici che si trovano a Roma: nato dalla passione di un proprietario italiano, Pasquale, per il Messico, unisce la cucina messicana di oggi a quella antichissima, di origine maya e azteca.

Se volete provare piatti autentici, fatti nei minimi dettagli e frutto di numerosi viaggi in Messico, allora El Pueblo è il posto giusto: il Pozole, cibo tradizionale dei Maya e degli Aztechi, viene servito come antipasto, le tortillas vengono fatte a mano con farina di mais e potete trovare piatti per tutti i palati, dal vegetariano al piccante. Due cuochi in cucina, una messicana e uno salvadoregno, danno uno spaccato della cucina messicana e, in parte dell’America Centrale, senza scadere nel solito tex-mex.

Le birre sono messicane, tequila e mezcal ci sono, da accompagnare a dolci di origine maya piccanti. Due sale, una superiore a tema, e una sottostante più caraibica, accolgono clienti che hanno voglia di assaggiare tanto i tacos fatti in casa dall’inizio alla fine, quanto i nachos, la frutta fresca e piatti come il Pollo Pipian o con Achiote e la Carne de Res en Chile de Arbol, lo spezzatino di carne di maiale con peperoncino.

Come se non bastasse l’amore di Pasquale per il Messico, da piatti come i nachos a quelli di derivazione precolombiana, a disposizione c’è anche una signora che tiene delle consulenze sui piatti della tradizione casalinga messicana.

El Pueblo
Via G. De Pecchi Pieralice, 34

Sito

Bistro By Linda

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Bistro by Linda (@bistro_by_linda) in data:

Nel quartiere Nomentano, a due passi dalla trafficata piazza Bologna, c’è Bistro By Linda. Questo locale, che possiamo definire una sorta di “osteria” in stile messicano, ha pochi coperti e molte pietanze. Dal 1990, è uno dei primi ristoranti messicani comparsi a Roma e la sua proprietaria, Linda, ha passato gli anni dell’apertura prima in Messico, dove ha conosciuto la cucina casalinga, e poi negli USA, dove ha lavorato per ristoranti messicani.

In menu potete trovare antipasti, selezione di tortillas, zuppe, Frijolas (piatti di fagioli), insalate, fajitas e dolci. Tutto in un ambiente semplice e accogliente, dove potervi godere la cucina messicana autentica o iniziarvi piano piano a questi sapori che sanno essere parecchio decisi, almeno le prime volte.

Bistro By Linda
Via Eleonora d’Arborea, 15 C
Sito 

Puerto Mexico

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Puerto Mexico (@puertomexicoristorante) in data:

Inizialmente conosciuto come Mexico al 104, a Monti, poi si è spostato all’Aventino e ora lo trovate nella zona di Porta Portese, dove ogni domenica trovate chincaglierie di ogni sorta. Puerto México è stato uno dei primi esperimenti di locale messicano: attivo dal 1986, ha cambiato diverse sedi, arredamenti e facce, ma ha sempre mantenuto il suo animo caldo.

I prezzi non si può dire che siano propriamente economici (7 euro per dei nachos con il guacamole), ma i piatti sono validi e l’atmosfera divertente. Il giovedì sera potete anche gustare enormi Fajitas, Chili (anche vegano) e Stufato di carne al tamarindo con il duo di Mariachi che suonano dal vivo.

Puerto México è, volente o nolente, un’istituzione della ristorazione romana: trent’anni di attività e cambiamenti che ne fanno uno dei locali più colorati e divertenti della città. E se alla domanda “gradite il dessert?” volete rispondere di sì, allora buttatevi sulla Mousse di liquore Rompope al tuorlo d’uovo e sul Flan di cocco.

Puerto México
Via Portuense, 84

Sito

Maybu

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Maybu - Margaritas y Burritos (@mayburoma) in data:

L’ultimo nato in ordine di tempo tra i ristoranti messicani è Maybu. Si trova nel quartiere Prati, a due passi dal Vaticano, ed è il posto ideale se andate di fretta e, al posto del solito panino, preferite un buon burrito messicano. 

Margarita Y Burrito, ecco spiegato il nome della nuova realtà messicana romana. I costi non sono affatto eccessivi: un burrito medio costa 7 euro, uno grande 9 euro. E la cosa interessante è che siete voi a comporlo. Se non vi basta un burrito, niente paura, è possibile anche avere dei Nachos con formaggio e una tortilla di Nachos con formaggio, pico de gallo, jalapenos, guacamole e panna acida.

Veloce, colorato, strategicamente perfetto se volete una pausa pranzo diversa o se siete in visita a Roma, Maybu propone anche dei buoni Margarita (5 euro), birre messicane e non. Se questo non bastasse, sappiate anche che tutto ciò che viene usato è compostabile al 100%, e le bibite possono essere spillate a volontà.

Maybu
Via Candia, 113

Sito

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags