Blog

News e Tendenze

Fashion week: ecco dove mangiare secondo gli chef

Di FDL il

Share
Fashion week: ecco dove mangiare secondo gli chef
Foto Mlenny Photography / getty images

Dove andare a mangiare durante la Fashion Week di Milano? Fine Dining Lovers ha chiesto ad alcuni dei più talentuosi chef della città quali sono gli indirizzi cittadini dove preferiscono andare a mangiare. La città è piena di stilisti eccentrici e modelle dalle gambe chilometriche: è una settimana caleidoscopica, fatta di tendenze, colore ed eccitazione - il momento in cui la capitale italiana della moda ingrana una nuova marcia.

Oltre ai designer ci sono giornalisti, buyer e appassionati di moda da tutto il mondo, arrivati a Milano per avere un assaggio della prossima stagione Primavera/Estate. Tutti loro avranno anche l'opportunità di assaggiare le prelibatezze di alcuni famosi ristoranti milanesi legati ai grandi marchi.

Gold di Dolce&Gabbana, il ristorante Bulgari, Maison Moschino con il suo menu sviluppato da Moreno Cedroni e naturalmente Nobu e l'Hotel Armani in Via Manzoni, per citarne solo alcuni.

Ristoranti, locali e bar durante la settimana della moda sono affollatissimi ed è pensando a questo che Fine Dining Lovers ha chiesto ad alcuni chef quali sono i posti migliori dove andare a mangiare durante questa settimana. Ecco cosa hanno risposto:

Matteo Baronetto - Ristorante Cracco
Consiglio il ristorante giapponese IYO. Amo molto la cucina orientale e trovo questo ristorante elegante e pulito, in Italia non è facilissimo mangiare vero giapponese.
Non proprio a Milano, ma vicino a Lodi, a San Colombano, c'è un ristorante che si chiama Trattoria Giardino. Una cucina semplice e davvero ben fatta. Il cibo è ottimo e il prezzo è buono.
Il terzo è Trussardi alla Scala, con lo chef Luigi Taglienti. Lui è bravissimo e la famiglia Trussardi è davvero importante per Milano - potrete assaggiare ottimi piatti e conoscere la storia di questa famiglia.

Matias Perdomo - Al Pont De Ferr
Mangiari di Strada. Secondo me va diretto all'essenza della materia prima. La loro cucina è davvero pulita e trasparente. Un indirizzo davvero genuino per la cucina italiana.
Mi piace anche la cucina di Taglienti che si può assaggiare al Trussardi alla Scala e quella di Matteo Baronetto, del ristorante Cracco.

Alessandro Negrini, Fabio Pisani and Mario Peqini - Il Luogo di Aimo e Nadia
A: Lady Bu, La Brioscina e Al Pont De Ferr
F: D'O di Davide Oldani, Lady Bu e Erba Brusca
M: Locanda Macconago, Antica Trattoria Del Gallo e Wicky's Wicuisine.

Tags