Blog

News e Tendenze

Un tavolo per uno? In questi 7 ristoranti non sentirai la solitudine

Di FDL il

Share
Un tavolo per uno? In questi 7 ristoranti non sentirai la solitudine
Foto Pisacco

Le ricerche non lasciano scampo a interpretazioni: si mangia sempre più spesso da soli al ristorante.

L'uomo contemporaneo non ha più amici? La donna in carriera non ha tempo per organizzare cene? Forse, più semplicemente, il piacere di provare un buon ristorante non ce lo leva nessuno, anche quando non sappiamo con chi condividerlo.

La ricerca che dimostra il trend arriva dagli Usa e dell'app per prenotare ristoranti OpenTable: sempre più spesso le persone prenotano un tavolo per uno, un percentuale che è salita al 60%. 

I motivi di questo incremento? Da un lato forse la caduta di un tabù, quello secondo il quale al ristorante ci si va minimo in due, e dall'altro l'esigenza di trattarsi bene, anche quando si ha poco tempo.

E se avete paura di sembrare "strani" mentre vi sedete da soli al ristorante, date un occhio a questi locali che per un motivo o per un altro sono perfetti per mangiare da soli. 
 

ALICE (MILANO)
alice social table


Nel ristorante stellato di Viviana Varese a Eataly Smeraldo gli avventori solitari possono approfittare del social table rotondo, dove si gode anche di uno speciale menu, oltre che della compagnia di perfetti estranei.

Un ristorante stellato + menu speciale + nuovi amici = Paradiso. 

Alice, Eataly Smeraldo, piazza XXV Aprile, Milano

 

PISACCO (MILANO)



La formula del tavolo conviviale è abbastanza frequente nella città meneghina. Pisacco in via Solferino ci ha pensato già qualche anno fa, offrendo piattini sfiziosi e un social table dove anche i viaggiatori o i super manager milanesi solitari possono ordinare senza vergogna un menu per uno.

Pisacco, via Solferino 48, Milano

 

ASOLA (MILANO)

asola

Anche qui un bancone e la cucina di Matteo Torretta, che vi intratterrà mentre sorseggiate il vostro bicchiere di vino, anche se siete da soli. In carta specialità milanesi rivisitate, e se vi voltate godrete anche di una bellissima vista sul centro della città. 

Asola, Brian&Barry Building, Via Durini 28, Milano


POPOROYA (MILANO)

Mangiare da soli al bancone: per assaggiare l'ospitalità dello chef de Poporoya, Shiro, vi converrà sedervi al bancone da soli e aspettare che Shiro sia in vena di conversazione per saggiare la vera simpatia e saggezza giapponese. Un'esperienza milanese da fare prima o poi.

Poporoya, via Bartolomei Eustachi 17, Milano
 

BANCO 39 (ROMA)

Non solo Milano: anche i romani hanno diritto a mangiare da soli e non sentirsi emarginati. Al Banco 39 troverete non solo ottimo street food, ma soprattutto un bancone che affaccia sulla strada, dove leggere una rivista mentre addentate un hamburger o sorseggiate una centrifuga.

Bancora 39, via Antonelli 39

Foto: ©TripAdvisor / Debora B.

 

MOLTO (ROMA)

Restiamo a Roma per un altro bancone, che questa volta dà sul bar. Proposte sempre fresche all'insegna della semplicità e della qualità delle materie prime. Perché mangiare da soli può essere bello, certo, ma soprattutto deve essere buono.

Molto Ristorante, viale Parioli 122, Roma


LO STONNATO (TORINO)

Anche a Torino potete andare a mangiare da soli senza nessun problema. Oltre la classica piola con l'amico oste che vi intrattiene, potete provare il tavolone conviviale de Lo Stonnato, dove fra un Padellino e delicati piatti di pesce potrete disturbare il vostro commensale e fare amicizia.

Lo Stonnato, via Baretti 10, Torino
 

ZEB GASTRONOMIA (FIRENZE)

Altra città, altro bancone. Un negozio di alimentari in origine, un bistrot poi, con bancone che affaccia sull'esterno. Piatti della tradizione dal look moderno e una finestra sul quartiere San Niccolò. Vi immaginate già lì da soli e gustare la vostra Ribollita? Noi sì.

Zeb Gastronomia, via San Miniato 2, Firenze

 

E se avete voglia di intimità date un occhio anche ai ristoranti più piccoli d'Italia.

ristoranti più piccoli

Segui FineDiningLovers anche su Facebook
 

Tags