Blog

News e Tendenze

Ristoranti stellati a Milano: tutte le stelle Michelin meneghine

Di il

Share
Ristoranti stellati a Milano: tutte le stelle Michelin meneghine
Foto Enrico Bartolini al Mudec | Francesco Mion

L’edizione della Guida Michelin 2020 comprende 643 alberghi e 2075 ristoranti, di cui 266 Bib Gourmand

I ristoranti premiati in Italia con le ambite stelle sono in tutto 374, di cui:

  • 11 tre stelle (nuovo ingresso Enrico Bartolini)
  • 35 due stelle (nella precedente edizione erano 39; i nuovi 2 stelle sono: Glam Enrico Bartolini, La Madernassa)
  • 328 una stella (di cui 30 novità)

I nuovi ristoranti stellati della Lombardia

La Lombardia resta la regione più stellata d'Italia con 62 ristoranti (3*** 5** 54*), seguita dal Piemonte (46 ristoranti stellati) e dalla Campania (44 ristoranti stellati). Sono tante le novità lombarde.

Quest'anno l'ambitissimo riconoscimento delle 3 stelle Michelin ha incoronato Enrico Bartolini al Mudec, a Milano, che ha riportato nel capoluogo lombardo il massimo tributo della guida dopo oltre 25 anni. Era il 1993, infatti, quando Gualtiero Marchesi si trasferì a Erbusco, in Franciacorta. Enrico Bartolini è riuscito nella grande impresa e rappresenta un caso unico nella Penisola: con 8 stelle totali detiene il titolo di chef più stellato d'Italia.

Tra le new entry lombarde, conquistano una stella Michelin: il ristorante Impronte di Bergamo, con il giovane chef Cristian Fagone, classe 1988; L˜Aria del Mandarin Oriental a Blevio, sul Lago di Como, guidato dallo chef Vincenzo Guarino; Villa Naj a Stradella, in provincia di Pavia, che vede impegnato alla regia un altro giovane chef classe 1988, Alessandro Proietti Refrigeri.

Brutte notizie a Pellio Intelvi, in provincia di Como, dove La Locanda del Notaio perde la stella, dopo il cambio chef (vi avevamo raccontato qui lo spostamento di Edoardo Fumagalli dalla Locanda del Notaio alla Locanda Margon). Brutte notizie anche a Seregno, in Brianza, dove il Pomiroeu di Giancarlo Morelli perde la stella, nella speranza che possa riconquistarla presto.   

I ristoranti stellati a Milano

Ma veniamo alle novità del capoluogo regionale. Milano è la terza provincia più stellata d'Italia con 20 ristoranti (dopo Napoli, a quota 26, e Roma, a quota 24). A Milano ci sono: 1 ristorante con 3***, 3 ristoranti con 2** stelle, 16 ristoranti con 1* stella (di cui due new entry).

La vitalità della scena meneghina è testimoniata dai nuovi ristoranti stellati: L'Alchimia, che vede protagonsiti il patron Alberto Tasinato, ex restaurant manager di Seta al Mandarin Oriental, e lo chef di origini romane Davide Puleio, trentenne che si aggiudica anche il Premio speciale giovane chef Michelin 2020, che ha stregato gli ispettori con il suo Merluzzo in macchia, definito uno dei migliori piatti dell'anno; IT Milano, nel cuore di Brera, di Gennaro Esposito, che vede impegnato in cucina il giovane chef Aldo Ritrovato.

Ristorante Andrea Berton - Milano

Confermate le stelle degli scorsi anni: Roberto Conti, chef del Ristorante Trussardi alla Scala e Matias Perdomo del Contraste. Confermate anche una stella a Carlo Cracco e una stella a Claudio Sadler

Confermati pure tutti i bistellati della città, il Vun di Andrea Aprea all'hotel Park Hyatt, Il Luogo di Aimo e Nadia, Seta di Antonio Guida al Mandarin.

Confermata la stella anche al ristorante di Viviana Varese, che dopo il restyling ha cambiato nome: da Alice a VIVA, acronimo di Viviana Varese. 

RISTORANTI STELLATI A MILANO - TUTTA LA LISTA 

3 stelle Michelin *** - Milano 

  • Enrico Bartolini al Mudec, via Tortona 56 (chef Enrico Bartolini)

2 stelle Michelin ** - Milano

  • Il Luogo di Aimo e Nadia, via Privata Raimondo Montecuccoli 6 (chef Alessandro Negrini e Fabio Pisani)
  • Seta, Via Andegari, 9 (chef Antonio Guida)
  • Vun, via Silvio Pellico 3 (chef Andrea Aprea)

1 stella Michelin - Milano

  • VIVA Viviana Varese - Eataly Milano Smeraldo  piazza XXV Aprile 10 (chef Viviana Varese)
  • Trussardi alla Scala, piazza della Scala 5 (chef Roberto Conti)
  • Contraste, via Giuseppe Meda 2 (chef Matias Perdomo)
  • Berton, viale della Liberazione 13 (chef Andrea Berton)
  • D'O, via Magenta, 18, Cornaredo MI (chef Davide Oldani)
  • Felix, Galleria Vittorio Emanuele II, Piazza Duomo, 21, 5° piano (chef Felice Lo Basso)
  • Innocenti Evasioni, via Privata della Bindellina (chef Tommaso Arrigoni)
  • Iyo, via Piero della Francesca 74 (chef Michele Biassoni, supervisione del banco sushi affidata al sushi master Masashi Suzuki)
  • Joia, via Panfilo Castaldi 18 (chef Pietro Leemann)
  • Lume by Luigi Taglienti, via Giacomo Watt 37 (Chef Luigi Taglienti)
  • Tano Passami l'Olio, che da via Villoresi sta traslocando in via Petrarca 4 (chef Tano Simonato)
  • Tokuyoshi, Via S. Calocero, 3 (chef Yoji Tokuyoshi)
  • Sadler, via Cardinale Ascanio Sforza 77 (chef Claudio Sadler)
  • Cracco, Galleria Vittorio Emanuele II (chef Carlo Cracco)
  • L'Alchimia, viale Premuda 34 (chef Davide Puleio) 
  • IT Milano, via Fiori Chiari 32 (chef Aldo Ritrovato)

Siete in carca di ristoranti a Milano?

Qui trovate i migliori ristoranti giapponesi di Milano.

Qui invece i ristoranti particolari della città.

Serata a due? Qui trovate i migliori ristoranti romantici di Milano.

ristoranti particolari milano

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags