Blog

News e Tendenze

Uno chef inglese non cucina vegano perché "non conviene"

Di FDL il

Share
Uno chef inglese non cucina vegano perché "non conviene"

Lo chef Sat Bains, due stelle Michelin, ha dichiarato che il suo ristorante di Nottingham non servirà mai cibo vegano. Lo chef, famoso per la sua schiettezza, ha anche affermato di pensare che il cibo vegano sia una "furto" e che sia necessario dare ai clienti del cibo con un buon rapporto qualità-prezzo.

Una cena al Sat Bains di Nottingham costa tra i 105 e i 120 dollari a persona, e lo chef ha raccontato che ha dedicato molto lavoro alla creazione del menu.

"Non siamo specializzati nel cibo vegano e non ho mai deciso di diventare un ristorante vegano", ha detto Bains a Nottingham Live. "I clienti che vengono qui sanno cosa aspettarsi. Siamo una nicchia - possiamo essere di nicchia con il nostro menu in termini di ingredienti, quindi ci sono alcuni regimi alimentari che non possiamo seguire e non lo faremo. Non posso andare in un ristorante vegano e chiedere una bistecca".

Bains afferma che avrebbe difficoltà a giustificare un conto di 120 dollari per del cibo vegano: “Il cibo vegano è la più grande fregatura. Gli ingredienti sono così economici. Voglio dare alle persone un buon rapporto qualità-prezzo", ha detto.

Allo stesso tempo, il ristorante può dover far fronte a intolleranze e allergie. Bains ha raccontato le difficoltà che ha affrontato per servire un cliente che aveva un'allergia alla belladonna: “Non stavamo più facendo la nostra cucina. Stavamo preparando i piatti per soddisfare le esigenze di questa persona e stavamo quasi abbandonando il nostro stile".

"Non puoi andare a un concerto heavy metal e aspettarti musica classica. Fare ciò che voglio è una questione di affari e del mio modello di business. Non faccio vegan, halal o kosher".

Tags