Blog

News e Tendenze

Consegna a domicilio Mon Amour: il punto della situazione in Italia

Di FDL il

Share
Consegna a domicilio Mon Amour: il punto della situazione in Italia

Il futuro della ristorazione è (anche) a domicilio. Nel giro di pochi anni le aziende e i servizi di consegna di pasti a domicilio sono aumentati, e negli ultimi tempi anche i colossi della tecnologia e del trasporto hanno investito nel settore. 

Nelle grandi città è ormai una consuetudine: ordinare il cibo di qualità a casa e non essere costretti a recarsi al ristorante. 

E il trend non sembra scemare, tanto da spingere a investire - In Italia e nel mondo - sulle consegne a domicilio, puntando su praticità e qualità del prodotto. 

Google e Facebook - I grandi colossi scendono in campo 

facebook cibo a domicilio
Negli ultimi mesi Facebook e Google hanno annunciato importanti novità legate alle delivery: il cibo si ordinerà comodamente dalle applicazioni – nel caso di Google dall’app di Google Maps.
Le persone fanno tutto con il loro smartphone, compreso ordinare il cibo da app preposte: nel caso di Facebook e Google l’utente non dovrà abbandonare l’applicazione e potrà scegliere comodamente la sua cena dai ristoranti vicini. 

Leggi le novità riguarda la consegna a domicilio di Facebook e Google.
 

Uber Eats - Dai Taxi alla delivery 

Era da tempo che si aspettava la venuta di UberEats, il servizio di food delivery di Uber, società per il trasporto privato che tanti problemi aveva avuto proprio in Italia, a causa delle diatribe sulla legittimitàdel servizio UberPop.

Non più macchine questa volta, ma biciclette, pronte a consegnarvi il cibo in tutta Milano. Come nel caso di Deliveroo, Glovo e Foodora l’offerta dei locali è molto ampia e con un controllo preciso sulla qualità dei prodotti. 

Foodora, Deliveroo e Glovo

A Milano prima era Foodinho – poi inglobato dalla società spagnola Glovo – poi Foodora e Deliveroo: tutti accumunati da fattorini in bicicletta che consegnano il cibo proveniente dai diversi ristoranti selezionati. Nel caso di Milano vanno forte l’hamburger gourmet, il sushi giapponese (e non cinese) e delizie di tutte le cucine del mondo. Tutti funzionano più o meno nello stesso modo: si ordina online - su sito o applicazione - si paga con paypal o carta di credito e si attende il ciclista. Ci sono spesso promozioni, sconti o consegne gratuite, basta essere sempre allerti e controllare i coupon elettronici che arrivano in mail. 
Per ora Deliveroo è a Milano, Roma e Piacenza, Glovo (che utilizza anche motorini) è a Milano, mentre Foodora è presente a Milano, Roma e Torino. 

Le iniziative di consegna "diversa": Fanceat e I Cestini

fanceat

E mentre i ristoranti e le aziende vivono il periodo d’oro delle consegne a domicilio c’è chi rielabora il concetto e lo rende unico: parliamo di Fanceat prima e de I Cestini dopo.

Il primo spedisce a casa un kit preparato dagli chef di diversi ristoranti in tutta Italia con tutto l’occorrente per un piatto da ristorante stellato. Le preparazioni sono già fatte, tutti gli ingredienti pesati e preparati. Basta cuocere e impiattare.

I Cestini, invece, è un servizio appena nato e pensato appositamente per i pendolari. Si ordina la cena e si decide in quale dei punti di consegna prelevarlo. Per il momento a Milano è disponibile solo la consegna in Stazione Cadorna, ma siamo solo all’inizio e i margini per una capillarizzazione sono ampi.

 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags