Blog

News e Tendenze

Il Carnevale che non ti aspetti: 5 travestimenti da chef (e non) fai da te

Di FDL il

Share
Il Carnevale che non ti aspetti: 5 travestimenti da chef (e non) fai da te

Arlecchino, pirata, principessa, Rossella O'Hara: no, basta con i soliti travestimenti! Carnevale è una faccenda seria, e va festeggiato con tutti i crismi. Se come noi non aspettate solo Martedì Grasso per trasformarvi in quello che più vi appassiona, mettete al chiodo il costume liso che da anni tirare fuori a febbraio, e costruitevi il vostro personale travestimento da chef famoso.

Volete mettere la soddisfazione di sembrare eleganti come Massimo Bottura, risoluti come Carlo Cracco o fascinosi come Nigella Lawson?

Bastano pochi elementi, alcuni squisitamente culinari, ed eccolo il vostro perfetto travestimento fai da te per Carnevale.  

CARLO CRACCO

Amato dalle donne, temuto dagli uomini. Carlo Cracco lo vogliamo immaginare anche a Carnevale con il suo gembriule gessato d'ordinanza, l'inimitabile capigliatura, barba e ovviamente due dei suoi alimenti simbolo: le uova e lo scalogno. Se volete provare la sua versione "in borghese" sostituite il grembiule con una delle sue iconiche giacche a quadri. Per lo sguardo inquisitore invece non possiamo aiutarvi;; guardate Masterchef e allenatevi allo specchio ogni giorno.
 

MASSIMO BOTTURA

Vestirsi da Massimo Bottura non è arduo come pensate: bastano occhiali dalla montatura rettangolare, una maglietta bianca e una giacca nera. A tutto questo corredate uno dei suoi piatti simbolo, come il Croccantino di Foie Gras, e se non avete tempo (o abilità) di cucinarlo, allora prendete un semplice croccantino confezionato e servitelo su un bel piatto di design. Farete comunque la vostra figura. Parlantina e discorsi ispirazionali dovrete cercarli in voi stessi, o leggendo il suo libro Vieni in Italia con Me
 

MARIO BATALI

Questo travestimento da chef è facile, per quanto esteticamente improbabile: gilet di pile, crocs arancioni d'ordinanza, parrucca pel di carota e pantaloncini corti, meglio se a quadri e di nuance smorti. Non vi stiamo descrivendo l'abbigliamento di un tedesco in vacanza, ma quello del celebre Mario Batali, lo chef collega di Bastianich e protagonista di programmi televisivi in USA. 
 

NIGELLA LAWSON

Pensiamo anche alle donne: travestirsi dalla prorompente Nigella Lawson necessita di un iconico vestito rosso (Nigella si rivolge a Vivienne Westwood, per essere precisi), di una parrucca cotonata (o un buon parrucchiere) e di un accento british sensuale. A tutto questo accompagnate qualche dolce simil cupcake e un guanto da forno. Non dimenticate poi di mangiare in modo provocante, con manifesto godimento, tutto quello che vi capita sottomano. 

JOE BASTIANICH

Qui eleganza è la parola d'ordine, quindi non pensate per un solo momento di vestirvi in maniera sciatta. Se volete essere Joe Bastianich per una sera ci vogliono giacca su misura, foulard nel taschino e camicia bianca inamidata. Se volete qualche accessorio per corredare il tutto potete portarvi dietro un piatto (da rompere, ovviamente) o una chitarra; ricordiamo che Joe oltre alla cucina è appassionato anche alla musica. Dotatevi inoltre di accento, con cui pronunciare le sue frasi iconiche, e di una buona dose di ironia.

Tags