Blog

News e Tendenze

World's 50 Best Restaurants 2017: il bilancio dell'Italia

Di FDL il

Share
World's 50 Best Restaurants 2017: il bilancio dell'Italia
Foto Max e Raf Alajmo/Facebook

Un grande anno per l'Italia.

Un po' di delusione iniziale, certo, c'è stata: tutti speravamo che, dopo averci fatto sognare l'anno scorso, Massimo Bottura rimanesse al n°1 dei World's 50 Best Restaurants 2017. E invece l'Osteria Francescana è scesa al secondo posto, lasciando la prima posizione all'Eleven Madison Park di New York.

Ma guardando al quadro complessivo (qui l'intera lista) possiamo essere decisamente fieri degli chef che, nella cerimonia svoltasi ieri a Melbourne, hanno tenuto alta la bandiera italiana tra i 50 migliori ristoranti del mondo.

Niko Romito è finalmente entrato nei 50 Best: il Reale ha fatto un notevolissimo salto dalla posizione 84 alla numero 43.

Alla posizione 29 troviamo Le Calandre dei fratelli Alajmo, che guadagnano dieci posizioni nette, ed è in salita anche Enrico Crippa, il cui Piazza Duomo passa dalla posizione 17 alla 15. 

Quattro chef italiani in lista, un bilancio più che positivo - meglio di noi solo Francia, Spagna e Stati Uniti con sei ristoranti a testa - per una cucina italiana che non è mai stata così unita e rispettata come adesso.

Guardate meglio i risultati per paese nella mappa realizzata proprio da World's 50 Best Restaurants qui sotto

Clicca qui per ingrandire 

 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags