Blog

Smart Box

Frutta e verdura come opere d'arte. Lo chef che intaglia il cibo

Di il

Share
Frutta e verdura come opere d'arte. Lo chef che intaglia il cibo

Per lo chef e artista giapponese Takehiro Kishimoto, qualsiasi alimento diventa una tela. Armato solo di un coltello di precisione x-acto, trasforma la frutta e la verdura in vere e proprie opere d'arte.

Le bellissime creazioni di Kishimoto presentano sia i motivi geometrici più complessi, sia i motivi tradizionali giapponesi, ma talvolta si cimenta anche con i personaggi dei fumetti.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da gaku carving (@gakugakugakugakugaku1) in data:

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da gaku carving (@gakugakugakugakugaku1) in data:

Questo tipo di arte, che consiste nello scolpire schemi intricati su frutta e verdura, è una tradizione antica in alcuni Paesi come Thailandia, Giappone e Cina. In Giappone, l'arte di intagliare è chiamata mukimono, ed è sempre stata una parte importante della formazione dello chef. Kishimoto chiama il suo lavoro "Thai carving".

Bisogna specificare che in Giappone le sculture di cibo si trovano spesso nel piatto come guarnizione, in Thailandia, invece, l'intaglio del cibo resta una forma d'arte "astratta": la tradizione risale al XIV secolo e, in particolare, alla dinastia Sukhothai.

E ora, lasciatevi stupire dalle opere di Kishimoto!

La carota tridimensionale

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da gaku carving (@gakugakugakugakugaku1) in data:

Il cavolfiore

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da gaku carving (@gakugakugakugakugaku1) in data:

Le mele

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da gaku carving (@gakugakugakugakugaku1) in data:

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da gaku carving (@gakugakugakugakugaku1) in data:

Lo yuzu

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da gaku carving (@gakugakugakugakugaku1) in data:

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da gaku carving (@gakugakugakugakugaku1) in data:

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags