Blog

Smart Box

Mai annusato un piatto del Mugaritz? Con Scentee è possibile

Di FDL il

Share
Mai annusato un piatto del Mugaritz? Con Scentee è possibile

Vi ricordate Scentee, l'app per smartphone che diffonde fragranze all'arrivo di messaggi e notifiche o al suono della sveglia? Lo chef Andoni Luis Aduriz del famoso ristorante spagnolo Mugaritz sta lavorando a una nuova applicazione che permette agli utenti ricreare sul dispaly del proprio smartphone uno dei piatti del ristorante e di sentirne l'aroma esatto grazie a Scentee. Il Professor Adrian Cheok dalla City University di Londra e lo chef famoso Aduriz stanno lavorando insieme per sfruttare la tecnologia progettata e realizzata in Giappone. L'idea è quella di inviare a qualcuno il profumo di un caffè, il bouquet di un vino pregiato, o, nel caso di Mugaritz, permettere agli avventori di sentire il profumo di un piatto prima di ordinarlo.

Il Professor Cheok ha dichiarato: «L'app dedicata al cibo apre nuove opportunità per chi, in giro per il mondo, non può sedersi fisicamente al tavolo del ristorante: è possibile avere un'esperienza virtuale dell'aroma esatto di un piatto d'alta cucina preparato da uno tra gli chef più famosi al mondo. Scentee porta il senso dell'olfatto nel mondo della telefonia cellulare.»

Scentee è stato presentato qualche settimana fa a Madrid, le cartucce si possono ordinare online e l'app per iPhone o Android si può scaricare dalla rete. La sua tecnologia sta davvero ponendo i presupposti per un futuro di applicazioni social "scentagram style", come un'app che permette di sentire gli odori degli alimenti che si comprano online e ristoranti che incantano gli ospiti con un mix di sapori e odori tecnologico. Secondo Cheok, il motore delle prossime evoluzioni del dispositivo saranno le aziende private potrebbero esserci anche altri utilizzi oltre a quelli legati al food & beverage; chi ha problemi legati al senso del gusto e dell'olfatto per esempio potrebbe trovare un'utilità in scentee: «La loro esperienza del mondo potrebbe essere più ricca grazie a questa tecnologia».

Tags