Blog

Smart Box

Il sushi in stampa 3D basato sui dati biologici per Tokyo 2020

Di FDL il

Share
Il sushi in stampa 3D basato sui dati biologici per Tokyo 2020
Foto COURTESY: OPEN MEALS

Può sembrare fantascienza, ma la start-up giapponese Open Meals vuole fondere la genomica, la stampa 3D e il sushi.

Il concept del ristorante Sushi Singularity, che dovrebbe inaugurare nel 2020, inizierà con l'invio di kit di campioni biologici dei clienti prima che cenino. Verranno raccolti campioni di saliva e di urina e verranno usate le analisi per comunicare la stampa del sushi 3D su misura, realizzato appositamente per i clienti.

Una volta compresi gli squilibri presenti nella dieta dei propri clienti, il ristorante potrà fornire sushi personalizzato con i giusti valori nutrizionali.

Open Meals ha debuttato con il concept di Sushi Teleportation lo scorso anno al South by Southwest Interactive festival di Austin, in Texas. Qui lo staff ha previsto che i clienti caricassero e scaricassero i dati biologici su una piattaforma digitale centralizzata, che era collegata a una stampante 3D robotica per sushi (cubetti di gel commestibile).

Resta da vedere se le persone saranno disposte a fornire campioni della propria saliva, delle urine e delle feci, consegnando così tutti i dati biologici personali, in modo da poter mangiare un cubo leggermente più nutriente di gel commestibile. L’argomento, tuttavia, solleva l'interessante tema del ristorante che usa i dati personali per preparare, per i propri ospiti, pasti su misura dal punto di vista nutrizionale.

L'azienda scrive sul proprio sito Web: "L'iper-personalizzazione diventerà comune per i cibi del futuro. Sulla base di test del DNA, delle urine e dell'intestino, ognuno avrà il proprio ID di salute. Questa identità sarà analizzata e la corrispondenza nutrizionale verrà eseguita per soddisfare le esigenze nutrizionali con la biometria, quindi la persona verrà automaticamente dotata della dieta ottica".

Sushi Singularity è sicuramente un romanzo, e la natura futuristica di questo concept potrebbe essere sufficiente per far raccogliere al ristorante un seguito e farlo diventare un cult. Se avrà successo, sarà a Tokyo, nel 2020, quando la città ospiterà i Giochi Olimpici.


Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags