S.PellegrinoFine Dining LoversAcqua Panna

S.Pellegrino Young Chef 2016

La piĆ¹ entusiasmante ricerca di giovani talenti a livello mondiale

Alma spiega il processo di selezione di S.Pellegrino Young Chef 2016

Alma spiega il processo di selezione di S.Pellegrino Young Chef 2016

Le candidature per S.Pellegrino Young Chef 2016 sono chiuse. Ora per i giovani chef da tutto il mondo è il momento dell’attesa: Alma sta valutando i loro piatti e decidendo chi saranno i candidati, per ognuna delle 20 regioni, a sfidarsi nelle finali locali: i loro nomi saranno ufficializzati il 2 maggio.

 

IL PROCESSO DI SELEZIONE DI SPYC 2016

“Siamo i garanti della competizione, dal rispetto delle regole al controllo della materia prima", ci spiega Matteo Berti, coordinatore didattico ALMA “Nel lavoro di selezione viene coinvolta buona parte degli chef della scuola. Ognuno si prende un’area in carico in base alle proprie esperienze passate e alla propria formazione. Le differenze tra le regioni però non sono così grandi come si potrebbe pensare: a certi livelli di alta cucina si parla la stessa lingua”.

Come si svolge un lavoro di selezione su numeri tanto grandi, come si fa a passare da qualche migliaio fino al massimo a 10 candidati per area? “Molte cose si capiscono a prima vista, vedi subito se dietro una ricetta c'è un professionista”, spiega Berti “Mark Moriarty era perfetto in tutto, foto del piatto compresa. La fotografia non è un criterio banale, ma anche la precisione nello scrivere la ricetta è importante: sono tutte chiavi di lettura delle persone”. 

 

I FINALISTI LOCALI

Da questa prima fase di selezione a cura di Alma usciranno i semifinalisti che si sfideranno ai fornelli per conquistare il titolo di finalista della propria area geografica. Il passo successivo è il Grand Finale di Milano a ottobre, quando i 20 candidati di tutto il mondo si sfideranno per diventare S.Pellegrino Young Chef 2016.

Il ricordo dell'edizione passata è ancora vivo. “È stato incredibile vedere il risultato di mesi di lavoro", racconta Christian Broglia, chef eventi ALMA che ha vissuto la finale 2015 in prima persona "Abbiamo progettato le station della finale in base alle ricette dei 20 finalisti in modo che ognuno di loro avesse, almeno per una sera, una cucina a sua immagine e somiglianza. Gli stessi mentor erano sbalorditi quando le hanno viste. C’era un clima straordinario, euforico, eppure estremamente professionale”.

 

L'ATTEGGIAMENTO CONTA

Tutti d'accordo: per un giovane chef è importante mettersi alla prova in una competizione come questa. A S.Pellegrino Young Chef si compete con il top dei giovani chef e si può capire a che livello si è arrivati e come andare avanti. A volte qualcuno pensa di essere bravo e invece non lo è, a volte invece qualcuno è troppo umile e ha bisogno di confrontarsi con gli altri per capire il suo vero valore. "Moriarty, ad esempio, era molto modesto" ricorda Broglia "Un pregio, certo, che gli permette di vivere la cucina con serenità, ma solo dopo la vittoria ha capito il suo potenziale. È stato il suo trampolino”.