Gluten Free: gli indirizzi a Roma dove mangiare bene senza glutine

Dove mangiare senza glutine a Roma

Foto Manforte | Facebook

Gluten Free: gli indirizzi a Roma dove mangiare bene senza glutine

Celiachia, intolleranza o semplicemente voglia di mangiare senza glutine. Ecco 7 indirizzi da non perdere a Roma
07 Giugno, 2021

C'è chi soffre di intolleranza, chi di gluten sensitivity, chi è celiaco. In molti oggi hanno necessità di "stare lontani" dal glutine, ma ciò non vuol dire che debbano rinunciare al gusto. Sono sempre di più, infatti, i ristoranti, i bistrot, le gelaterie, le pasticcerie e i forni che offrono piatti e prodotti buoni e gluten free. Venite con noi a scoprire dove mangiare bene a Roma senza glutine.

 

Mama Eat

Mama Eat

Se chiedi a qualcuno dove poter mangiare gluten free a Roma, la prima risposta sarà di certo Mama Eat. In questi ristoranti, che non rinunciano affatto alla qualità, si sono chiesti: perché i celiaci non possono mangiare gli stessi piatti delle normali trattorie o ristoranti romani? Non c’è un perché.
Ecco allora, che con le sue due cucine, separate per evitare ogni contaminazione, si possono gustare in pieno Trastevere piatti della tradizione sia romana, sia italiana, come la Cacio e Pepe o la pasta alle vongole.
Oltre alle paste (tante), non mancano le pizze, i panini anche con le polpette della nonna e, soprattutto i dolci. Non degli scontati budini, ma vere e proprie ciambelle fritte.
E, a proposito di fritto: quando ve ne verrà voglia, niente paura. A due passi dal Vaticano di Mama Eat ce n’è un altro. Ma specializzato fritture e street food. Dobbiamo aggiungere altro?

Pasticceria Napoleoni

Napoleoni

Domenica all’ora di pranzo da queste parti significa pastarelle. Come fare se si è invitati a casa di una persona celiaca? Si va alla pasticceria, Napoleoni, ovviamente. Bignè, Babà, torte, biscotti, piccola pasticceria, biscottini da tè, cornetti (perché si dice cornetti, non brioche).
In questa pasticceria sull’Appia potete trovare tutti i dolci che volete, senza rinunciare al gusto, alle consistenze e alla compagnia. Siccome è davvero buona, per chi volesse metà vassoietto di paste gluten free e metà invece normale, nessun problema: il portone accanto ha tutto quello che vi serve versione "maglia glutinica". Da 55 anni.

Zia Rosetta

Zia Rosetta

Non chiamatelo panino, mai. Quando entrate in questo piccolo, piccolissimo e delizioso locale di via Urbana nel Rione Monti, quella che sceglierete sarà una Rosetta, non un semplice panino gourmet. E ognuna di loro porta il nome di una rosa: dalla Peggy Rockfeller con crudo, cialda di Parmigiano e melanzane grigliate alla Paloma con capocollo, fiori di zucca ripieni di ricotta, pesto di basilico e noci. Passando per le rosette special, spesso di stagione, dove spicca naturalmente la prosciutto crudo e fichi. In questo locale bonbon dai toni carta da zucchero, c’è spazio anche per le insalate ricche di buone materie prime e gusto. Come la Nada: spinacino, salmone affumicato, pepe rosa, finocchi e arancia. Ora, prendete tutto quello che avete letto e mettetelo in versione gluten free. E, nota di merito, in questa stagione stare lì fuori è un vero piacere.

Pantha Rei

Pantha Rei

Stagionalità, tanta verdura, un occhio strizzato a vegetariani e vegani e un impegno da diversi anni per dare un’ampia scelta di piatti senza glutine. Pantha Rei è una trattoria romana che propone anche la pizza. Come una volta, dove l’attenzione è tutta sul cliente e sulla qualità. Strumenti giusti, tradizione rivisitata o meno, fritti e una buona carta dei vini fanno di questo locale ben arredato un’ottima alternativa per chi non mangia glutine. Quel jolly da giocare se si è di Roma, ma anche per i turisti, grazie alla sua posizione centralissima accanto alla maestosità del Pantheon.

Celiachiamo

Celichiamo

Ristoranti e pizzerie vanno bene, ma dove comprare le cose di tutti i giorni? Celiachiamo è una catena di negozi specializzati in gluten free, ma se passate dalle parti della Tiburtina potete trovare il forno dove escono ogni giorno decine e decine di pani, pizzette, pizze bianche, focacce e chi più ne ha più ne metta. I ragazzi al banco saranno felici di spiegarvi tutto ciò che vi incuriosisce e, soprattutto, i prodotti da forno che escono da lì sono eccezionali. Cosa non scontata quando si parla di panificazione e senza glutine, data la difficoltà di produrre una buona alveolatura con farine che non ne possiedono. Ovviamente è legato a stretto filo con l’AIC - Associazione Italiana Celiachia.

Manforte

Manforte

Un posto polivalente, grande e che fa di tutto per mettere in atto l’idea alla base della tavola: quella della condivisione.
Si tratta di un casale ristrutturato con splendide travi a vista vicino alla Nomentana, ideale per grandi famigliecene con amici e per chi ha dei bambini. Fondamentalmente qui si mangiano due cose: la pizza e le bruschette. Non le solite bruschette, né tantomeno troppo gourmand, ma vero e proprio food porn anche in versione gluten free. Dalle due cucine a vista separate potete vedere come lavorano i cuochi, stare sicuri che lo facciano nel modo giusto e gustare piatti da condividere, pregni di sapore. Pizza e bruschetta, patate e salsiccia. Chi vorrebbe altro?