25 Ristoranti sul mare fra i più belli e buoni d'Italia

I  migliori ristoranti sul mare in Italia

Foto Trabocco Cungarelle

25 Ristoranti sul mare fra i più belli e buoni d'Italia

Cosa c'è di meglio di un ristorante sul mare e di una cena gourmet per appagare vista e gusto? Ecco la nostra guida ai migliori ristoranti sul mare in Italia
05 Ottobre, 2021

Si fa presto a dire ristoranti sul mare: alcuni locali millantano viste spettacolari, ma il più delle volte l'unica cosa che si vede è una manciata di scogli e, se si è fortunati, un filo di orizzonte. Niente paura, per andare sul sicuro ci siamo qui noi: abbiamo selezionato 25 tra ristoranti sul mare più belli e buoni d'Italia, dove, oltre - naturalmente - al palato, anche la vista viene più che appagata.

Alcuni di ristoranti sul mare sono ristoranti Stellati Michelin, altri sono locali storici dove mangiare dell'ottimo pesce fresco, accompagnati dalla brezza marina. 

Ecco, qui di seguito, i ristoranti sul mare da non perdere in Italia.

Ristorante Claudio, Bergeggi

Ristorante Claudio, Bergeggi (Savona)

Pescato freschissimo e tradizione ligure per il ristorante di Claudio Pasquarelli e della figlia Lara, pasticcera e chef. Consigliati i crostacei che provengono dai mercati di Savona e Oneglia. Ricordatevi di prenotare.

Ristorante Vescovado, Noli

Ristorante Vescovado Noli

Cucina ligure con spunti decisamente creativi servita su una splendida terrazza sul mare. In cucina lo chef Giuseppe Ricchebuono e il sommelier Pier Mattia Ravera. Pesce protagonista assoluto con piatti come lo Spaghettone Felicetti con totanetti, limone e capperi, fritti e Casseruola di pescato. In menu anche sapori dell'entroterra con coniglio, agnello e tanto altro.

Il Marin, Genova

Il Marin - Ristoro del Porto Antico, Genova

Affacciato sul Porto Antico di Genova, all'interno di Eataly, Il Marin si apre all'orizzonte, con una vista che va dai bracci del Bigo ai Magazzini del Cotone, dall’Acquario alla biosfera di Renzo Piano, sino alle navi da crociera e alla Lanterna, simbolo della città. In cucina si espirme la creatività del giovane chef Marco Visciola, forte di precedenti esperienze al fianco di Enrico Crippa al Piazza Duomo di Alba e di Fabrizio Tesse alla Locanda d’Orta.

Clandestino Susci Bar, Portonovo

Clandestino Susci Bar, Portonovo (Ancona)

Moreno Cedroni non ha bisogno di presentazioni, così come il suo ristorante estivo Clandestino, dove l'espressione "mangiare sul mare" assume tutto un altro significato. Ogni anno il menu degustazione cambia a seconda delle ispirazioni dello chef. Se non avete troppa fame, ma desiderate fare una visita, fermatevi per un aperitivo leggero. 

Madonnina del Pescatore, Senigallia

Sempre Moreno Cedroni, sul lungomare di Marzocca, una frazione di Senigallia, sigla il ristorante due stelle Michelin Madonnina del Pescatore, che prende nome dalla statua venerata da chi vive proprio grazie al mare. Un punto di riferimento da oltre trent'anni, dove si esprime la creatività dello chef, tra estro e tradizione.

Uliassi, Senigallia

Uliassi, Senigallia

Tre stelle Michelin posson bastare per presentare Mauro Uliassi e il ristorante che lo chef ha aperto nel 1990 assieme alla sorella Catia, a Senigallia. Uliassi è un luogo magico, affacciato direttamente sul mare, tra il porto canale e la spiaggia. Ogni anno, accanto ai classici delle proposte storiche, si possono assaggiare i piatti inediti del Lab

La Perla del Mare, San Vincenzo

La Perla del Mare, San Vincenzo (Livorno)

Cucina di mare creativa quella di Deborah Corsi, che in un locale votato alla vista sul mare - d'estate e d'inverno - sperimenta mise en place, gusto e leggerezza. Il ristorante con terrazza sulla spiaggia vi regalerà l'esperienza marittima completa mentre vi farete coccolare dalla cucina della chef. 

Ristorante Belvedere, Punta Ala

Punta Ala

Vista non solo sul mare ma sul porto, quello di Punta Ala nella Maremma. Il ristorante Belvedere oltre ad offrire un panorama incredibile propone anche i piatti dello chef Giuseppe Angelucci. E se vi innamorate del posto prenotate anche una delle camere del resort per un'esperienza di relax fra cibo e salsedine completa. 

Il Pellicano, Porto Ercole

Il Pellicano, Porto Ercole (Grosseto)

Ancora cucina stellata con Michelino Gioia (che ha preso in mano la cucina dopo Sebastiano Lombardo e dopo colui che ha guidato il ristorante per oltre dieci anni, Antonio Guida). Una caratteristica di questo ristorante rimane sempre intatta e apprezzata da una clientela internazionale: il paradiso che circonda hotel e ristorante con tanto di immancabile vista sul mare.

B. Bistrot, Isola d'Elba

B. Bistrot, Baia Bianca Suites (Isola d'Elba)

Un bistrot minimal affacciato sulla spiaggia e sul Golfo della Biodola, che offre una cucina semplice e del territorio ma con qualche guizzo interessante. Il contesto è quello dell’Isola D’Elba con i suoi colori e i suoi sapori mediterranei. 

Incontramare, Sabaudia

Incontramare Graziella Beach Sabaudia

Il ristorante Incontramare, all'interno dello stabilimento Graziella Beach, prende per la gola con must come  gli Spaghetti alle vongole e i Maltagliati tirati a mano con battuto di orata e fili e fiori di zucchine croccanti. Si cena a bordo riva, con piedi nella sabbia, oppure in terrazza. 

The Cesar, Ladispoli

The Cesar, Hotel La Posta Vecchia, Ladispoli (Roma)

Una location in cui poter godere della vista e dell'alta cucina; dopo più di dieci anni di Michelino Gioia, dalla stagione 2016 ha preso il suo posto Antonio Magliulo, giovane chef che ha affiancato Gioia per diversi anni. 

Trabocco Cungarelle, Vasto Marina

Trabocco Cungarelle, Vasto Marina

Un trabocco per mangiare circondati dal mare a 360 gradi. Al ristornate Cungarelle non è solo la location a farla da padrone, anche la cucina merita il viaggio fino a Vasto. Pesce sempre freschissimo pescato in giornata e specialità del territorio: brodetto, tortini di pesce e pesce arrosto. 

Maxi, Vico Equense

Maxi, Hotel Capo La Gala, Vico Equense

Una Stella Michelin a picco sul mare nella Penisola Sorrentina: la cucina nel 2015 viene affidata a Domenico Iavarone, sous chef di Oliver Glowing a Capri e a Roma, ed executive dal 2015 a Vico Equense; all'inizio del 2017 Domenico, però, si trasferisce in una nuova struttura a Torre del Greco, e in cucina è arrivato il giovane Graziano Caccioppoli. Quest'anno in cucina c'è un nuovo passaggio di testimone: da aprile 2021 è arrivato ai fornelli lo chef Alfonso Crescenzo. Sul panorama dobbiamo dire qualcosa?

Il Refettorio, Conca dei Marini

La vista mozzafiato sulla Costiera Amalfitana basterebbe per rendere magica l'atmosfera al Monastero Santa Rosa, Hotel & Spa di Conca dei Marini, dove la cucina gourmet si declina a Il Refettorio, ristorante stellato guidato dallo chef di origini tedesche Christoph Bob. In questo ex monastero del Settecento, infatti, tra terrazze fiorite, aree relax e piscina a sfioro, alla bellezza del paessaggio si aggiunge la cura dello chef nell'elaborare piatti che esaltano materie prime locali e prodotti bio. 

La Caletta, Castellammare di Stabia

La Caletta, Hotel Scrajo Terme & Spa, Castellammare di Stabia

All'interno di questa struttura votata al benessere, La caletta è a picco sul mare e si mangiano piatti mediterraei caldi e freddi. Qui si mangia su un terrazzo panoramico che abbraccia sole, mare e terra in un solo colpo.

Rossellinis, Ravello

Rossellinis, Hotel Palazzo Avino, Ravello (Salerno)

Ancora costa campana: questa volta ci si sposta a Ravello, a Palazzo Avino, nel celebre Rossellinis e sulla sua terrazza sul mare. Dal 2018 alla guida del ristorante c'è Giovanni Vanacore, classe 1985, con esperienze a Roma presso l’Hostaria dell’Orso e a Napoli al il Comandante di Napoli. Lo chef succede al campano Michele Deleo. Palazzo Avino riaprirà il 15 luglio 2020.  

La Serra, Positano

La Serra Positano

Il ristorante La Serra a Positano, all'interno del magnifico Hotel Le Agavi, rispecchia l'impegno della famiglia Capilongo alla quotidiana ricerca dell'eccellenza nell'ospitalità. Una location raffinata e curata nei minimi dettagli è solo il preludio alla cucina "artistica" firmata dallo chef Luigi Tramontano, insignito della stella Michelin nel 2018. 

Il Faro di Capo d'Orso

Il Faro di Capo d'Orso

Abbandonatevi alla vista sul Costiera Amalfitana e lasciatevi trasportare da luci soffuse e una cucina tradizionale di pesce e terra firmata dallo chef Francesco Sodano. Un ristorante romantico sul mare per estate e inverno. 

Da Tuccino, Polignano a Mare

Da Tuccino, Polignano a Mare (Bari)

Cucina di mare, tradizione pugliese e ristorante sulla spiaggia: qui da Da Tuccino potete scegliere il pesce che preferite nell'angolo pescheria; inizierà così il vostro percorso fra carpacci, primi piatti, il tutto annaffiato dai buoni vini della cantina.

San Domenico, Pizzo Calabro

Ristorante San Domenico, Pizzo Calabro (Vibo Valentia)

Forse gli interni di questo ristoranti non saranno i più eleganti della Calabria o della Penisola, ma la vista sulla caletta e i piatti vi trasporteranno in un’altra dimensione. Merito dello scorcio del Tirreno sui cui Pizzo Calabro si affaccia, meta calabrese nota per i tartufi artigianali e da qualche anno anche per la cucina di Bruno Tassone, che propone una cucina di mare - e non solo - fresca, moderna e colorata. Da non perdere. 

Fusion, Taormina

Fusion, La Plage Resort, Taormina (Messina)

Anche qui siamo a pochi passi dal mare. La location, poi, è una delle più suggestive d’Italia: la Riserva Naturale dell’Isola Bella a Taormina, tra pini marittimi e profumi floreali. Possibilità di cenare anche sulla spiaggia, per le più romantiche delle esperienze. 

La Capinera, Taormina

La Capinera, Taormina (Messina)

Uno chef stellato pieno di talento, Pietro D'Agostino, e una terrazza sul mare di Taormina: La Capinera offre 35 coperti, piatti della tradizione e materie prime di altissima qualità. Nel menu degustazione troverete, fra gli altri, Crudo di mare con agrumiInsalata di arance con gamberoni di Mazara e vongole e Trancio di ricciola arrosto.

Signum, Salina

Ristorante Hotel Signum, Salina, Isole Eolie (Messina)

In cucina c'è la giovane Martina Caruso, acclamata da critica gastronomica e non solo, ma nel ristorante dell'Hotel Signum c'è anche uno splendido panorama. Cenare o sorseggiare un cocktail con Stromboli davanti? Fatto!

Al Faro Verde Da Benito, Porticello Santa Flavia

Al Faro Verde Da Benito, Porticello Santa Flavia (Palermo)

Immersi in un paesaggio marittimo di altri tempi, fra salsedine, rumore delle onde e piatti di pesce della tradizione siciliana: cosa volere di più? Più di 30 anni di storia per Al Faro Verde, indirizzo imprenscindibile per gli amanti del pesce, dei crostacei e di una cucina classica ma con qualche felicissimo guizzo.