Grits, la ricetta americana

Foto: Claudia Concas

Grits, la ricetta americana

Come si cucina il grits? Scopri gli ingredienti, gli strumenti e le ricette passo dopo passo su Fine Dining Lovers.

19 Agosto, 2021
Average: 4 (3 votes)

Cucina

Stile Alimentare

porzioni

4

Tempo Totale

0 HR 30 MIN

ingredienti

Acqua
400 ml
Brodo di Pollo
300 ml
Farina di Mais
200 g
Panna Fresca
200 g
Parmigiano Reggiano
100 g, grattugiato
Burro
100 g
Alloro
1 foglia
Sale
q.b.
Pepe
q.b.

Preparazione

A metà tra polenta e semolino, il grits è uno dei comfort food originario dell’America del sud. Il suo gusto è semplice e la sua ricetta lo è altrettanto. Preparare il grits a casa è facile, la parte più difficile sta nel trovare i grits, i fiocchetti di mais bianco. Potrete sostituire questi fiocchi di mais bianco con la farina di mais che si usa per la preparazione della polenta. Ecco la ricetta del grits passo per passo.

Step 01

Farina di mais nel brodo di pollo

Foto: Claudia Concas

Per preparare il grits, mettete in una pentola il brodo di pollo e l’acqua. Aggiungete anche la foglia di alloro e portate a bollore.

Versate a pioggia la farina di mais e mescolate con una frusta per evitare la formazione di grumi.

Step 02

Aggiungere il burro al grits

Foto: Claudia Concas

Regolate di sale e di pepe e portate a cottura a fuoco medio continuando a mescolare per circa 20 minuti.

Una volta che il composto è cotto, toglietelo dal fuoco e aggiungete il burro e mescolate bene.

Step 03

Parmigiano Reggiano nel grits

Foto: Claudia Concas

Unite il Parmigiano Reggiano grattugiato e mescolate ancora.

Step 04

Panna nel grits

Foto: Claudia Concas

Aggiungete la panna e amalgamate il tutto con la frusta. Eliminate la foglia di alloro.

Step 05

Servire il grits

Foto: Claudia Concas

Mettete il grits in una ciotola e decorate con una fettina di burro e una macinata di pepe.

Storia e origini

Si tratta di una specie di porridge che è molto simile ad una polenta molto cremosa. Le origini del grits risalgono ai nativi americani che usavano macinare il mais bianco in mulini all’epoca rudimentali. Altre fonti sostengono che il grits discenda dalla semola portata in America dai primi schiavi africani.

Differenza con la polenta

L’unica differenza tra il grits e la polenta è proprio il tipo di mais. Per il grits originale del sud si usa la farina di mais bianco. La polenta è preparata invece con farina di mais giallo. Per praticità, potrete usare anche la farina per polenta istantanea in modo da avere un grits buono e nutriente in pochi minuti.

Conservazione

Il grits va consumato caldo e cremoso come appena fatto. È possibile conservarlo a temperatura ambiente per un giorno, ma è necessario scaldarlo prima di metterlo in tavola. Una volta scaldato però non avrà la stessa consistenza cremosa e avvolgente che lo caratterizza.

Consigli

Potrete servire il grits come accompagnamento a stufati di carne o intingoli e salse. Ottimo anche con i gamberi alla brace o saltati in padella.

Argomento
AGGIUNGI AI MIEI INTERESSI

CERCA RICETTE

Agretti in padella

Agretti in padella, la ricetta facile al sapore di primavera

Ricetta successiva