tamago sando giapponesi

Foto: iStockPhoto

Tamago sando, la ricetta dei sandwich giapponesi

Morbidi e sfiziosi, i tamago sando sono i sandwich giapponesi farciti con l’uovo. Ecco la ricetta e tutti i trucchi per prepararla come l’originale.

13 Aprile, 2021
Average: 4 (2 votes)

Tipo di Piatto

Cucina

Stile Alimentare

porzioni

1

Tempo Totale

0 HR 10 MIN

ingredienti

Uova
2
Salsa di Soia
1 cucchiaio
Mirin
1 cucchiaino
Latte
1 cucchiaio
Olio di Sesamo
q.b.
Sale
q.b.
Pane Bianco
2 fette, per tramezzini
Maionese
1 cucchiaio
Erba Cipollina
3 fili

Preparazione

I tamago sando sono i sandwich della tradizione giapponese farciti con il tamagoyaki, la classica frittatina arrotolata giapponese. Da non confondere con i katsu sando farciti con la cotoletta di maiale fritta alla giapponese, i tamago sando si farciscono solo con questa preparazione a base di uova. I tamago sando sono molto popolari in Giappone e sono perfetti per uno spuntino o per un pranzo veloce anche in ufficio. I tamago sando si possono consumare tiepidi o a temperatura ambiente. Ecco la ricetta per preparare gli originali tamago sando giapponesi.

Step 01

Per preparare i tamago sando, cominciate con la preparazione del tamagoyaki, la frittata giapponese. Rompete le uova in una terrina e sbattetele con le bacchette.

Step 02

Aggiungete il mirin, il sale, la salsa di soia, il latte e amalgamate bene tutti gli ingredienti.

Step 03

Prendete una padella antiaderente e ungetela, aiutandovi con un pennello da cucina, con l’olio di sesamo.

Step 04

Scaldate bene la padella a fuoco medio e versate all’intero un mestolino di composto di uova. Muovete la padella per coprire tutta la sua superficie con lo strato di composto.

Step 05

Lasciate rapprendere il sottile strato di uova per qualche istante e poi, aiutandovi con una paletta, arrotolate la frittatina su sé stessa fino a formare un piccolo cilindro.

Step 06

Riportate il cilindro nella parte alta della padella e versate altro composto. Ripetete l’operazione arrotolando la frittata già arrotolata con il nuovo strato. Otterrete così un roll di frittata a più strati sottili.

Step 07

Una volta terminato il composto girate il tamagoyaki in padella per qualche istante in modo da dare un po’ di colore alla sua parte esterna.

Step 08

A questo punto spalmate la maionese sul pane per tramezzini, aggiungete il tamagoyaki e ricoprite con l’altro strato di pane. Pressate bene gli angoli per sigillare il vostro tamago sando. Aggiungete in superficie un trito fine di erba cipollina e servite.

Consigli e curiosità

Se non avete il mirin, potrete sostituirlo con una punta di cucchiaino di zucchero. La difficoltà di preparare il tamago sando è nella preparazione del tamagoyaki che, grazie alla sua preparazione stratificata, regala morbidezza e leggerezza alla frittata. Magari non ci riuscirete perfettamente la prima volta, ma con un po’ pratica e pazienza (tipicamente orientale) otterrete tamagoyaki perfetti. Per la preparazione del tamagoyaki, in Giappone si usa una tradizionale padella antiaderente di forma quadrata a bordi leggermente alti. Potrete trovarla facilmente nei negozi di articoli etnici, ma una tradizionale padella tonda andrà comunque bene. Conservate i tamago sando in frigorifero se non li consumate subito, resisteranno fino a 2 giorni. Se amate la cucina giapponese, provate a preparare a casa la classica tempura vegana.

melanzane fritte con panko croccante

Panko – La ricetta del pangrattato giapponese

Ricetta successiva