Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
fritto-misto-piemontese

Fritto misto alla piemontese

Il fritto misto alla piemontese è un ricco piatto unico in cui si incontrano carni, frutta e ortaggi. Scopri gli ingredienti necessari alla sua preparazione.

12 Ottobre, 2022
Average: 3.2 (17 votes)

Tipo di Piatto

Cucina

Stagione & Occasione

porzioni

4

Tempo Totale

1 HR 4 MIN

ingredienti

Zucchero
200 g
Semola
125 g
Latte
0,5 l
Limoni
1, scorza
Sale
Vitello
4 bistecchine
Carne Macinata
4 polpettine
Animelle
1, di vitello
Filoni di Vitello (Schienali)
200 g
Cervella di Vitello
1/2
Fegato
4 fettine
Salsiccia
4 pezzetti
Amaretti
4
Mela
1, a fette
Pere
1, a fette
Fiori di Zucca
4
Uova
4
Pangrattato
Olio Extravergine di Oliva
Sale

Preparazione

Come preparare il semolino

1. Portate ad ebollizione il latte con lo zucchero e la scorza di limone grattugiata e aggiungete a pioggia la semola amalgamandola con la frusta.
2. Cuocete per cinque minuti, rovesciate in uno stampo e lasciate raffreddare per un giorno.

Ecco la ricetta del semolino dolce fritto completa.

Come preparare il fritto 

1. Sbollentate le cervella, i filoni e il lacetto per tre minuti e scolateli.
2. Tagliate tutte le carni a fettine e il semolino freddo a losanghe.
3. Infarinate gli amaretti, le mele, le pere e le banane.
4. Sbattete due uova, immergete i semolini gli amaretti, le mele, le pere e le banane infarinati e passate il tutto nel pane grattugiato.
5. Passate le carni nelle altre due uova sbattute e nel pane grattugiato.
6. Amalgamate l’uovo con la carne tritata, il parmigiano grattugiato, il pepe; formate delle polpettine ed infarinatele.
7. Fate friggere tutti gli ingredienti impanati in una padella di ferro, con olio extravergine di oliva bollente: prima il dolce, poi il salato, curandovi di cambiare olio ogni volta.
8. A parte, rosolate il fegato infarinato per 3’ e la salsiccia bucandola con una forchetta.
9. Servire il fritto misto piemontese caldissimo
10. Salare alla fine. 

 

Origini della ricetta

Piatto che tradizionalmente viene consumato nei periodi freddi, il fritto misto alla piemontese è considerato il “piatto della festa”. Le origini della sua nascita possono essere rintracciate nelle abitudini contadine, quando le famiglie ancora macellavano in casa i propri animali da allevamento. I membri poi si dividevano i pezzi e gli scarti della macellazione – usati per il fritto – venivano impanati nel pangrattato e poi fritti.

Come servire il fritto misto alla piemontese

Originariamente, il fritto misto alla piemontese era servito con i sanguinacci nei giorni dopo la macellazione. Nel corso degli anni, al fritto è stato aggiunto un abbinamento con il sapore dolce, mediante l’aggiunta di ingredienti come la mela e l'amaretto. Il fritto misto viene poi accompagnato – in genere – con carote saltate in padella. Ad oggi il fritto misto alla piemontese può essere comprendere anche da pesci d'acqua dolce, così da comporre un sostanzioso piatto unico.

Varianti della ricetta

Nel corso degli anni la ricetta tradizionale del fritto misto piemontese ha subìto diverse aggiunte e variazioni. Ad esempio, in molte ricette sono stati aggiunti altri prodotti piemontesi, come l’amaretto, carni miste, verdure.

Come spesso accade per le ricette della tradizione, è molto difficile trovare un’unica versione, ma a seconda del territorio ne esistono innumerevoli variazioni, anche a seconda della fantasia, della disponibilità dei prodotti.

CERCA RICETTE

porcini fritti ricetta

Porcini fritti

Ricetta successiva