10+1 idee creative per rispettare la distanza sociale al ristorante

10+1 idee creative per rispettare la distanza sociale al ristorante
04 Giugno, 2020

Cafe & Konditorei Rothe, Germania

Questa caffetteria di Schwerin, in Germania, ha adottato un approccio divertente per aiutere i propri clienti a mantenere le distanze sociali tra loro, usando un cappello con i tubi da piscina applicati in cima. Forse non sono comodissimi, ma di certo sono divertenti.

Robot Eating Mask, Israele

Come gestire la mascherina quando si è fuori a cena? Togli e metti, togli e metti? No! A Israele hanno inventato la mascherina robotica che si chiude automaticamente quando sarete impegnati nella masticazione. Utile forse, bruttina certamente.

Daisy Changs, Nuova Zelanda

In Nuova Zelanda, i proprietari di questo ristorante hanno diviso i tavoli con degli eleganti tendaggi così una serata a due diventa molto romantica.

Bord för En, Svezia

Bord för En sta per "tavolo per uno". L'idea accentua all'esagerazione il concetto di distanziamento sociale e piazza il tavolo apparecchiato per uno, in mezzo a un campo a Ransäter, in Svezia. Il menu prevede piatti della tradizione preparati dallo chef e consegnati al tavolo tramite un sistema di corde e cestini. Più rurale o più asociale?

The Inn a Little Washington, Stati Uniti

Il ristorante The Inn di Washington è un tre stelle Michelin. L'idea è di riempire la sala con i manichini in modo da dare ai commensali l'idea di non essere da soli nel ristorante. Forse un po' inquietante.

Five Dock Dining, Sydney

Siamo a Sidney, in un moderno ristorante italiano. Qui invece dei manichini hanno scelto di usare dei mezzi busti di cartone. La clientela fake serve a tenere occupati i posti nel dehor dove sono ammesse solo 10 persone, in carne ed ossa, alla volta.

Mediamatic, Paesi Bassi

Ad Amstrdam il ristorante Mediamatic ha pensato di costruire delle serre o (voliere?) per tenere separati i commensali e non dover ridurre il numero dei tavoli. La vista, molto suggestiva, è sul porto turistico di Oosterdok ad Amsterdam, nei Paesi Bassi.

Capra e Cavoli, Milano

In attesa della riapertura, il Capra e Cavoli di Milano ha svelato i nuovi allestimenti interni. Tante piccole casette, isolate tra loro con stoffe e tende, terranno separati i tavoli tra loro. L'idea è davvero molto romantica. 

Maison Saigon, Bangkok

Dopo i manichini e i cartonati ecco anche i peluche maxi di Panda. L'idea è del ristorante vietnamita Maison Saigon di Bangkok che offre il servizio-panda per coloro che non vogliono mangiare da soli.

Cupole di plexiglas di Christophe Gernigon, Francia

Il designer francese Christophe Gernigon ha presentato in un ristorante di Parigi, le sue cupole in plexiglas 'Plex'Eat'. L'effetto è a metà tra il mangiare avvolti dai petali di un fiore o stare dal parrucchiere.

Harry Caray’s, Chicago

La catena di ristoranti di Chicago Harry Caray sta seriamente pensando di riempire la sala dei suoi ristoranti con il cartonato dello stesso titolare, giornalista dei Chicago Cubs, immortalato in una delle sue più celebri espressioni.

musei-cibo-curiosita

10 musei del cibo da visitare in Italia e nel mondo

Articolo successivo