Massimo Bottura lancia Futures: "In 24 ore siamo andati sold out"

Massimo Bottura lancia Futures: "In 24 ore siamo andati sold out"
07 Aprile, 2020

Foto: Screen Osteria Francescana

La chef Amanda Cohen, titolare del ristorante vegetariano Dirt Candy di New York, ha raccontato della grande preoccupazione che prova per il futuro di molti ristoranti, compreso il suo, che saranno costretti a pagare affitti e gestire tante spese nonostante la chiusura.

La chef ritiene anche necessario cominciare a pensare sin da ora a come cambiare la gestione dei propri ristoranti per essere pronti ad altri eventi simili. Della stessa opinione Ferran Adrià. Leggi qui l'intervista.

Anche lo chef Kwame Onwuachi, che lo scorso hanno ha vinto il premio di Esquire "Chef in ascesa", vive con grande rimorso l'aver dovuto chiudere il suo ristorante e aver dovuto licenziare il suo staff. Lo chef si dice preoccupato per le famiglie dei suoi, oramai ex, dipendenti. Nonostante faccia parte di un circuito internazionale di Hotel.

Se da un lato traspare il pessimismo dei due giovani chef, il tenore delle risposte date da Massimo Bottura è decisamente diverso.

Lo chef appare sempre ottimista. Ha raccontato di come stia trascorrendo il suo periodo di lockdown cucinando a casa, passando tempo in famiglia e soprattutto dando vita, ogni sera, al suo cooking show su Instagram Kitchen Quarantine. 

Massimo Bottura ha raccontato di quando Modena è stata dichiarata zona rossa, dei suoi ristoranti al completo e dello stato di confusione e paura che per un momento si è impossessato di tutti.
Per fortuna sua figlia Alexa ha avuto l'idea di questo show che gli permette di entrare in contatto con persone da tutto il mondo che gli fanno le domande più assurde in un momento completamente folle.

Lo chef ritiene che i ristoranti svolgano un ruolo molto importante in termini di cultura e territorialità, in quanto parte integrante del turismo locale e per questo sta insistendo, insieme a tanti suoi colleghi ristoratori, affinchè dal Governo italiano arrivi la liquidità di cui c'è bisogno nei tempi più celeri possibili soprattutto per i ristoranti appena nati, per quelli gestiti dai giovani che hanno avuto un sogno e vogliono continuare a tenerlo in vita.

Massimo Bottura ha spiegato di aver chiuso i suoi tre ristoranti, Casa Maria Luigia, Osteria Francescana e la Franceschetta58, una settimana prima che venisse dichiarato il lock down soprattutto per mettere al sicuro il suo staff che considera come parte della sua famiglia e che continua a pagare nonostante si tratti di ben 103 persone.

Bottura da un lato si dice ottimista e crede che, se le cose in Italia continueranno così, nel giro di tre settimane (a fine aprile) i ristoranti potranno riaprire anche se in modo soft, con meno anziani e meno bambini, mantenendo le distanze di sicurezza. Una possibilità che per lo chef è possibile certamente in ristoranti come Osteria Francescana o Noma.

Diverso il discorso per locali di fascia media, come la sua Franceschetta58, che hanno un target molto più giovane e meno disposto a spendere per del buon cibo.

Secondo lo chef, però, per i ristoranti di fine dining le cose saranno diverse. La richiesta di fine dining non è cambiata, le persone vogliono vivere di nuovo delle esperienze, viaggieranno ancora non tanto per mangiare, ma per gustare emozioni e si dice certo che ci sarà sempre una richiesta per questo tipo di progetti.

La prova sta nel suo ultimissimo progetto "Futures" che ha deciso di attivare non tanto per sostenere economicamente i suoi ristoranti, ma per capire quanto interesse ci sia ancora da parte della clientela, di ritornare presto a fare esperienze di fine dining.

"Abbiamo lanciato Futures 24 ore fa e siamo andati subito sold out" dice lo chef a Jeff Gordinier.

I Futures di Massimo Bottura, sono di fatto dei buoni ristoranti in quattro diverse combinazioni in edizione limitata. Si tratta di 450 esperienze acquistabili ora e che permetteranno agli acquirenti di accedere con priorità una volta che Casa Maria Luigia o Osteria Francescana e Franceschetta58 saranno di nuovo aperte. Si potrà usufruire di questi "dining bond" fino al 30 dicembre 2021. Ecco nel dettaglio l'offerta di Massimo Bottura.

1. Osteria Francescana Futures
Menù degustazione e abbinamento vini da Osteria Francescana con un libro “Il Pane è Oro” autografato da Massimo Bottura. (per 2 o 4 persone)

2. Osteria Francescana + Casa Maria Luigia Futures
Menù degustazione e abbinamento vini da Osteria Francescana e pernottamento di una notte da Casa Maria Luigia in camera Bella Vita, colazione emiliana inclusa. (per 2 o 4 persone)

3. Osteria Francescana + Franceschetta58 Futures
Menù degustazione e abbinamento vini da Osteria Francescana e menù degustazione Tradizione in evoluzione con abbinamento vini da Franceschetta58. (per 2 o 4 persone)

4. Franceschetta58 Futures
Menù degustazione “I Love Modena” con abbinamento vini da Franceschetta58 e una bottiglia di Aceto Balsamico Artigianale Villa Manodori.

I prezzi partono da 950 € per due persone.

Bottura non è mai fermo, con la sua Franceschetta58 ha organizzato anche il delivery per il pranzo di Pasqua.

 

Guarda tutta la chiacchierata di Massimo Bottura, Kwame Onwuachi e Amanda Cohen via 92Y

Milano Keeps On Cooking

Stare a casa, cucinando: ecco le video ricette dei grandi chef milanesi

Articolo successivo