Pane frattau - Fine Dining Lovers

Foto: StockFood

Pane frattau

Semplice, genuino e appetitoso, il pane frattau è una specialità della cucina sarda tutta da scoprire e gustare! Ecco la ricetta per preparalo a casa.

21 Gennaio, 2022
Average: 4.2 (6 votes)

porzioni

4

Tempo Totale

0 HR 30 MIN

ingredienti

Pane carasau
4 fogli
Pecorino Sardo
q.b., grattugiato
Passata di Pomodoro
q.b.
Cipolle
1
Olio Extravergine di Oliva
q.b.
Sale
q.b.
Pepe
q.b.
Brodo Vegetale
q.b.
Uovo
1

Preparazione

Specialità della cucina sarda, il pane frattau è un piatto povero, tradizionale e semplice, ma ricco di gusto. Pochi ingredienti tipici e genuini bastano per prepararlo: pane carasau, sugo di pomodoro e pecorino, in diversi strati irresistibili e appetitosi, completati da un uovo in camicia.

Questo piatto tradizionale è facile da trovare nei ristoranti dell’isola, ma anche da preparare a casa, per ritrovare l’autenticità dei sapori sardi ovunque voi siate. A metà strada tra l’antipasto e il primo piatto, il pane frattau può anche essere servito come piatto unico e condiviso tra i commensali in grande convivialità.

Per preparare un delizioso pane frattau, seguite gli step della nostra ricetta.

Step 01

Per preparare il pane frattau, iniziate con la preparazione del sugo di pomodoro. Pelate e tritate la cipolla, fatela rosolare in una pentola dove avrete fatto scaldare un filo d’olio extravergine d’oliva. Aggiungete la passata di pomodoro e un pizzico di sale. Coprite e lasciate cuocere a fuoco medio per 15 minuti circa. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

Step 02

Riducete i fogli di pane casaro in pezzi grandi, con le mani. Riscaldate il brodo vegetale e immergetevi rapidamente i pezzi di pane, uno alla volta. Il pane non si deve inzuppare completamente, deve solo essere bagnato per ammorbidirsi un po’. Mano a mano che inzuppate i pezzi di pane casaro nel brodo vegetale, disponeteli in un piatto grande, mettendoli uno accanto all’altro.

Step 03

Quando avrete creato il primo strato di pane casaru nel piatto, copritelo di salsa di pomodoro e aggiungete una spolverata abbondante di Pecorino grattugiato. Procedete allora con un secondo strato di pane casaru inzuppato nel brodo, salsa di pomodoro e formaggio. Continuate fino a creare 3 o 4 strati, a seconda delle dimensioni del piatto e della quantità d’ingredienti che avete a disposizione.

Step 04

Portate a ebollizione una pentola d’acqua e preparate un uovo in camicia. Quando l’acqua è ben calda, create un vortice al centro della pentola usando un cucchiaio di legno. Rompete l’uovo al centro del vortice e lasciate che cuocia girando, seguendo il senso del vortice. Quando l’albume sarà diventato bianco, dopo 2 minuti circa, scolate l’uovo delicatamente, usando una schiumarola.

Step 05

Disponete l’uovo in camicia al centro del piatto, sull’ultimo strato di pane casaru condito. Servite immediatamente.
 

Consigli e varianti

Il pane frattau nasce come piatto povero, le cui origini si perdono nei secoli passati. L’ingrediente di base del pane frattau è il pane casaru, un pane tipico sardo di farina di semola, non lievitato, croccante e sottile. Molto diffuso nell'Isola, questo pane è chiamato anche "carta musica".

Probabilmente questa ricetta è il risultato di un’antica tecnica usata dai contadini sardi per usare resti di pane casaru indurito e raffermo, dandogli una nuova e golosa vita. L’antica ricetta del pane frattau prevedeva l’uso del brodo di pecora. Ormai è più frequente che questo piatto sia preparato con del brodo di carne o del brodo vegetale.

Con il tempo, il pane frattau è diventato un piatto classico e tradizionale sardo, che permette di ritrovare alcuni dei sapori più intensi e unici dell’isola. La ricetta è molto semplice, ma ecco alcuni consigli per ottenere un risultato ottimale.

Le fasi più delicate della ricetta sono due. La prima è quella in cui il pane carasau viene inzuppato nel brodo. Il segreto è di immergerlo rapidamente nel liquido, senza indugiare troppo, per evitare che si rompa o che assorba troppo brodo, diventando eccessivamente morbido.

Il secondo momento delicato e preparazione del pane frattau è la realizzazione dell’uovo in camicia. Quando lo immergerete all’interno del vortice d’acqua bollente, l’uovo inizierà ad avvolgersi su se stesso e l’albume nasconderà gradualmente il tuorlo. Se il vortice inizia a diminuire di velocità, rimescolate delicatamente l’acqua per evitare che si fermi, facendo attenzione a non toccare l’uovo.

Se preferite, potete anche preparare l’uovo all’occhio di bue, facendo attenzione a non farlo cuocere troppo perché il tuorlo resti liquido.

Per un piatto ancora più ricco e pieno di sapore, potete arricchirlo con del finocchietto secco o della salsiccia sarda.

Conservazione

Il pane frattau dev’essere mangiato appena pronto per approfittare del suo gusto intenso e della sua consistenza golosa. Può essere conservato in frigorifero per un paio di giorni, all’interno di un contenitore ermetico.

Per finire in bellezza un pasto a base di ricette sarde, che ne direste di scoprire quali sono e come si preparano i dolci sardi?

 

Carciofi alla romana - Fine Dining Lovers

Carciofi alla romana

Ricetta successiva