Torneremo migliori: contro la crisi un ristorante stellato di San Francisco alza gli stipendi allo staff

Torneremo migliori: contro la crisi un ristorante stellato di San Francisco alza gli stipendi allo staff
15 Giugno, 2020

Foto Zagat

"Come possiamo fare un salto di qualità? Sono stanco di sentire la gente lamentarsi dello stato in cui siamo e sono stanco di pagare il minimo salariale ai miei collaboratori. Questo è il momento di cambiare" così ha detto Moriarty al San Francisco Chronicle.

Prima del coronavirus, 7 dei 14 membri dello staff erano part-time, ora per 9 di loro è arrivato un contratto a tempo pieno.



View this post on Instagram


When we welcome guests back on July 15th, it will mark almost exactly 10 years from the day I prepared our first meal at Sons & Daughters. Our next chapter will feature an entirely redesigned dining room and kitchen. You will see new floors, new paint, new dinnerware, new furnishings and fixtures. By transitioning from 11 to 6 tables, our dining experience will become even more intimate – while also allowing for safe social distancing. And our staff will feature just 9 full-time employees, including myself. Our team is a critical part of the new experience and at the heart of what we do. So as we make these changes, I'm doing my best to address the growing inequality in the restaurant industry. Moving forward I will be paying all employees a minimum salary of 65k per year and the maximum salary, including myself, will be 90k. 50% of all profits will be evenly shared with the staff. And benefits will include 100% paid health insurance, two weeks paid vacation, and unlimited sick pay. Most importantly, we are doubling down on creating the best version of an elevated coastal tasting menu. Taking the experience one step further in quality and safety requires modest updates to pricing. Our new menu price will increase from $145 to $175. Wine pairings will go from $95 to $115. And we will be eliminating tipping altogether as we raise our service charge from 15% to 18%. We’re excited to see you soon and thanks for all of the support :) Click on the link in our bio to read the full feature from yesterday’s San Francisco Chronicle

A post shared by Sons & Daughters Restaurant (@sonsanddaughterssf) on

Come raccontato su Instagram, dopo 10 anni il ristorante dovrà vedersela con la riduzione dei posti a sedere e da 11 si passa ai 6 disponibili dal 15 luglio, giorno della riapertura. L'esperienza del cliente diventerà ancora più intima e la qualità del servizio e del cibo sarà più che mai fondamentale. È tempo di riconoscere il valore di quanti spesso vengono dimenticati e sottopagati.

Il menu di Sons & Daughters aumenterà, da 145 dollari a 175, così come saliranno i prezzi per gli abbinamenti di vino che passano da 95 a 115 dollari.

Fino al 15 luglio il ristorante continuerà a servire il suo menu a domicilio.

 

Può sembrare una strategia rischiosa in tempi così difficili, ma forse è una delle poche possibili. Lo chef ha spiegato al San Francisco Chronicle che l'unico modo di sostenere tutte le spese in questo momento sarebbe di riempire tutti i tavoli tutte le sere. Visto che la ripresa sarà piuttosto lenta, l'unica soluzione per Sons &Daughters è quella di aumentare i prezzi. Secondo Moriarty i commensali saranno ben disposti a questo cambio di costi perché vorranno contribuire a tenere in vita i locali nei quali amano andare.

 

Certamente ora tutti gli occhi della comunità dei ristoratori di San Francisco, e non solo, saranno puntati sul locale di Moriarty con la speranza di veder funzionare un modello di business più umano e sostenibile.

Dal canto suo lo chef la vive come una sfida: "Mi sento come se stessi aprendo un ristorante del tutto nuovo, io e il mio staff non stiamo più nella pelle."

Cibo su Instagram

Dalle stories di Instagram a casa tua: il delivery diventa ancora più facile

Articolo successivo