I ristoranti che hanno cambiato Milano in un libro

26 Novembre, 2015

Tunde Pecsvari è ungherese; i più la conoscono per il Bento Sushi in Garibaldi, ma nel 2008 ha deciso di buttarsi in un'altra avventura con l'Osteria Brunello. Cucina italiana capace di presentare piatti tradizionali in chiave moderna al posto di una trattoria tradizionale, l'Osteria Brunello per l'attenzione alla comunicazione oltre che per i piatti. I clienti vengono assistiti creativamente dal personale di sala e anche fuori, grazie a social network e mail.

Mangiare al Duomo ad una cifra ragionevole ma soprattutto mangiare piatti genuini e buoni: Ottimo Massimo è un fast gourmet che democratizza la qualità e offre il giusto rapporto qualità prezzo in una zona che ci ha abituato a bar costosi che servono panini immangiabili. "Volevamo creare un fast gourmet che avesse la peculiarità di essere accessibile e democratico, offrendo un prodotto di qualità, senza esagerare con i prezzi".

 

E adesso che conoscete meglio queste cinque realtà date un occhio al libro.

Lo trovate anche su Ibs a circa 13 euro. 

 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

pacifico-ristorante-peruviano-milano

Il miglior ristorante peruviano è a Milano? Si, e si chiama Pacifico

Articolo successivo