Old Fashioned cocktail

Old Fashioned cocktail

Old Fashioned cocktail

Scopri come preparare anche a casa tua l'Old Fashioned cocktail, considerato il primo drink dell’era della miscelazione. La sua ricetta non è difficile, basta seguire scrupolosamente i passaggi che la compongono.

07 Settembre, 2020
Average: 4 (2 votes)

Tipo di Piatto

porzioni

1

ingredienti

Whisky
6 cl
Acqua Frizzante
2 cl
Zucchero
1 zolletta
Angostura
q.b.
Scorza d'Arancia
per guarnire

Preparazione

  1. Prendi il bicchiere dove intendi servire l'Old Fashion cocktail (l'ideale è un tumbler basso) e coprilo con un tovagliolo di carta.
  2. Appoggia la zolletta di zucchero sul tovagliolo e imbevila di Angostura a tuo piacimento: la quantità è soggettiva a seconda del gusto che vuoi che il tuo cocktail assuma. Considera però che l'Angostura in eccesso potrà sempre essere assorbita dalla carta del tovagliolo.
  3. Metti la zolletta nel bicchiere, versate 2cl di acqua frizzante o naturale e rompi la zolletta fino a farla sciogliere completamente.
  4. Versa 6 cl del tuo whiskey preferito, miscela e aggiungi il ghiaccio, continuando a miscelare.

Come servire l'Old Fashioned cocktail

Secco, ma senza esagerare, essenziale, bilanciato e per certi versi poliedrico, l’Old Fashioned è un drink che non conosce età, la sua verità e il suo essere adatto ad ogni circostanza, lo hanno sempre reso un cocktail estremamente contemporaneo, sin dal 1806. 

Prima di servire l’Old Fashioned non dimenticare di spremere una scorza di arancia o limone (o altro agrume) in superficie o di adagiarla sul bicchiere come semplice decorazione. 

Storia dell'Old Fahioned cocktail

Il suo nome completo è The Old-Fashion Whiskey Cocktail ed è considerato uno dei drink alla base della mixology.

Considerato come il primo dell’era della miscelazione, pare che abbia avuto le sue prime origini già nel 1806, data in cui, sul “The Balance and the Columbian Repository”, fu scritto di una bevanda alcolica particolarmente stimolante e dal carattere ben preciso, composta da liquidi alcolici, zucchero, acqua e bitter. Che cosa mai avrà potuto essere se non la prima miscelazione dell’Old Fashioned?

L’Old Fashioned è poi sparito dalla circolazione per molti anni, per trovare nuove origini in diversi periodi storici americani. E come tutti i grandi miti, anche per l’Old-Fashioned, non si hanno informazioni certe circa la sua nascita e la mano del suo primo barman.

Nel suo manuale di mixology del 1862, Jerry Thomas, scrive del Whiskey Cocktail, un drink composto da whiskey, zucchero, bitter e scorza di limone. Nel 1880, uno sconosciuto barman del Pandennis Club di Louinsville, si vantò della realizzazione di questo drink in onore del colonello James E. Pepper che, essendo un grande intenditore e ultimo di una famiglia di distillatori, lo portò con sé per diffonderlo nella New York di quegli anni.

 La realtà è che nessuno saprà mai chi realizzò per primo l’Old Fashioned, ma questo, a confronto del suo gusto e della sua esemplare contemporaneità, diventa di seconda importanza.

Nel corso dei secoli, l’Old Fashioned ha superato momenti come il Proibizionismo americano, periodo in cui veniva preparato con il liquore al maraschino e con una ciliegia come vezzo decorativo. Ha attraversato diversi trend, da quello del Bourbon a quello più attuale del Mezcal, ma ha saputo rimanere il grande cocktail che è sempre stato, sin dalla sua misteriosa nascita.