Gnudi con ricotta e spinaci

Foto: Claudia Concas

La ricetta degli gnudi con ricotta e spinaci

Scopri come fare i tradizionali gnudi di ricotta e spinaci italiani con i consigli e i suggerimenti di Fine Dining Lovers.

15 Giugno, 2021
Average: 4 (3 votes)

Tipo di Piatto

Cucina

Stile Alimentare

porzioni

4

Tempo Totale

0 HR 40 MIN

ingredienti

Per gli gnudi
Spinaci
500 g
Ricotta di Pecora
300 g
Farina
45 g
Aglio
1 spicchio
Parmigiano Reggiano
50 g, grattugiato
Uova
1
Olio Extravergine di Oliva
1 cucchiaio
Noce Moscata
q.b.
Sale
q.b.
Pepe
q.b.
Per il condimento
Burro
100 g
Salvia
10 foglie
Parmigiano Reggiano
50 g
Sale
q.b.
Pepe
q.b.

Preparazione

Gli gnudi di ricotta e spinaci sono un primo piatto classico della tradizione toscana. Tipici della zona della Maremma, gli gnudi di ricotta e spinaci non sono altro che ravioli senza involucro. Alcuni li chiamano gnocchi, ma gli gnudi di ricotta e spinaci non contengono patate. Come si preparano gli gnudi? Ecco la ricetta tradizionale spiegata passo per passo.

Step 01

Gnudi con ricotta e spinaci

Foto: Claudia Concas

Per preparare gli gnudi di ricotta e spinaci, cominciate dalla preparazione degli spinaci. Lavateli e asciugateli bene con un foglio di carta da cucina.

Step 02

Gnudi con ricotta e spinaci

Foto: Claudia Concas

 

Scaldate lo spicchio d’aglio in un filo d’olio dentro una padella capiente e poi aggiungete gli spinaci.

Step 03

Gnudi con ricotta e spinaci

Foto: Claudia Concas

Lasciateli appassire per 8 minuti circa e quando saranno morbidi trasferiteli in un colino e pressateli leggermente con una spatola o un cucchiaio di legno on modo che perdano tutto il loro liquido.

Step 04

Gnudi con ricotta e spinaci

Foto: Claudia Concas

Quando saranno completamente strizzati, tritate finemente gli spinaci.

Step 05

Gnudi con ricotta e spinaci

Foto: Claudia Concas

Mettete la ricotta in un colino per fare in modo che perda parte del suo siero. Poi schiacciatela con una forchetta e unitela agli spinaci.

Step 06

Gnudi con ricotta e spinaci

Foto: Claudia Concas

Mescolate bene tutti gli ingredienti e poi formate con le mani piccole palline di composto. Infarinate gli gnudi e trasferiteli su un foglio di carta forno.

Step 07

Gnudi con ricotta e spinaci

Foto: Claudia Concas

Lessate gli gnudi in acqua bollente salata per un paio di minuti. Nel frattempo scaldate in padella il burro con la salvia.

Step 08

Gnudi con ricotta e spinaci

Foto: Claudia Concas

Scolate gli gnudi e trasferiteli nella padella del condimento per lucidarli. Fateli saltare per un paio di minuti e poi cospargeteli con il Parmigiano Reggiano grattugiato. Servite gli gnudi ben caldi.

Varianti, origini e curiosità

Di origini maremmane, gli gnudi sono uno dei simboli gastronomici della meravigliosa regione Toscana. Potrete aggiungere all’impasto una grattugiata di scorza di limone per renderli freschi e adatti anche alla stagione primaverile. Per quanto riguarda i condimenti, oltre a quello classico con burro e salvia, gli gnudi possono anche essere serviti su uno specchio di salsa di pomodoro fresco. Consumate gli gnudi appena fatti oppure congelateli su vassoi infarinati e tuffateli ancora freddi nell’acqua di cottura al momento dell’uso.

CERCA RICETTE

pasta fileja

Fileja: la pasta calabrese

Ricetta successiva