Francese

Fetta di Torta al cioccolato tipico Dolce Natalizio Francese
Francese

Arte, cultura, ma anche enogastronomia: la Francia, ricca di stimoli a 360 gradi, è culla di una tradizione culinaria molto intensa, che nel corso dei secoli ha subito un'evoluzione profonda, seguendo i cambiamenti sociali del Paese. La crescita della gastronomia francese si verificò nel periodo medievale, quando i sontuosi banchetti di corte richiedevano un particolare impegno.  Le tecniche dei grandi chef divennero sempre più raffinate, specie alla corte di Napoleone. Le abitudini alimentari dei francesi si modificarono poi nel periodo della Rivoluzione, quando diminuì l'utilizzo delle spezie e si fece largo quelle delle erbe aromatiche. Tuttavia solo nel XX secolo la cucina francese fu codificata, diventando uno dei punti di riferimento dell'alta gastronomia moderna, grazie ad Auguste Escoffier. C'è da dire che in Francia la cucina è molto variegata in quanto vi sono numerose tradizioni regionali, alcuni talmente importanti da essersi imposti a livello nazionale.

Ingredienti della gastronomia francese

Tra gli ingredienti più utilizzati dalla gastronomia francese, il posto d'onore lo occupano senza dubbio i prodotti agricoli: dal formaggio alle verdure, dalla carne al vino, spesso realizzati grazie a processi di agricoltura biologica o protetti da denominazioni controllate. Ogni zona della Francia è nota per piatti ben specifici. Per esempio Alsazia e Lorena hanno alle spalle una tradizione di banchetti e vantano una cucina molto diversificata e un'abbondante produzione di dolci. In Aquitania la cucina francese punta molto sulle tradizioni e sui prodotti della terra. Tra le specialità non puoi dimenticare il foie gras, il prosciutto di Bayonne e il caviale della Gironda, senza ovviamente dimenticare i vini di Bordeaux. La regione dell'Alvernia è invece nota per l'utilizzo di salumi e formaggi. In Bretagna i principali prodotti tipici sono ostriche e frutti di mare, mentre la Borgogna è ben conosciuta soprattutto per i suoi vini e per le ricette a base di lumache. Nella Valle della Loira i principali prodotti tipici sono le lenticchie verdi e il formaggio di capra. Anche la zona di Champagne-Ardenne è famosa per molti prodotti tipici, a partire dallo Champagne, ovviamente. Da non dimenticare anche il prosciutto delle Ardenne e il tartufo. La zona della Linguadoca-Rossiglione è nota per l'ampio utilizzo di erbe aromatiche e olio d'oliva, con piatti a base di cacciagione e lumache. Da non dimenticare le ostriche e le cozze di Bouzigues o il baccalà di Nîmes. Nella zona dei Pirenei si mangiano fois gras di oca o di anatra, ma anche i salumi di Entraygues. Molto pregiati anche i formaggi, come il Laguiole e il Millau Roquefort. Nell'area del Nord-Pas de Calais la cucina francese è composta da piatti ricchi e saporiti, co me zuppe di pesce e piatti con le prugne. In Normandia particolarmente rilevanti sono i formaggi come il Pont l'Eveque o il Livarot, mentre nella zona di Pays de la Loire i frutti di mare la fanno da padrone. In Provenza i prodotti tipici del territorio sono le erbe, l'olio d'oliva, le fragole di Carpentras, il formaggio di capra, il melone di Cavaillon.

Antipasti francesi

Gli antipasti tipici francesi prediligono l'utilizzo di verdure cotte, che vengono accompagnate da svariate tipologie di salse. Tra quelle più utilizzate nella gastronomia francese si annoverano la besciamella, la salsa olandese, la salsa al pomodoro e la salsa spagnola: tutte sono basate sul roux, ossia un composto addensante a base di burro e farina. Altro fronte degli antipasti sono i patè preparati con selvaggina o pesce, che vengono serviti in crosta di pane, oppure cotti nel forno dentro a delle terrine. Ma la cucina francese propone anche antipasti di lusso, a base di lumache, di ostriche, di molluschi o addirittura di astice. Tra le ricette più note, da ricordare le madeleins alle erbe o il gratin al Munster. Una menziona particolare la meritano le patate alla francese, molto utilizzate nella cucina di tutto il Paese.

Primi piatti francesi

Tra i primi piatti francesi la parte del leone la fanno le zuppe. Tra quelle più note si trovano la soupe à l'oignon, ossia la zuppa di cipolla, che nella ricetta francese viene poi gratinata, e la zuppa di porri. Molto apprezzata nella regione della Normandia la soupe à la graisse, mentre in area provenzale si consuma la soupe au pistou. Nelle zone di mare immancabile è invece la zuppa di pesce.

Secondi piatti francesi

I secondi piatti francesi sono molto variegati in base alla zona. Molte ricette francesi impiegano la carne di manzo: è il caso ad esempio del bollito della pot-au-feu. Molto utilizzati anche il vitello e il pollo: la ricetta del coq au vin ad esempio è famosissima in Borgogna. Spazio in cucina anche al coniglio, al maiale, all'oca e all'anatra: nota in tutto il mondo è l'anatra all'arancia. Ai francesi piace molto utilizzare anche la cacciagione, l'agnello e la pecora, ma pure animali più particolari, come il piccione: molto apprezzato il piccione arrosto. Tra i secondi rientrano anche la trippa, le frattaglie e naturalmente le lumache. Ovviamente la cucina francese nelle zone costiere predilige il pesce: come detto largo uso di molluschi e di crostacei, ma anche di pesce azzurro. Molto quotato il baccalà alla provenzale.

Formaggi francesi

Una menzione particolare meritano i formaggi francesi: nel Paese ve ne è una grandissima varietà e tendono a essere piuttosto costosi, ma sono anche base di numerose ricette, come l'intramontabile fondue savoyarde, gustosissima e nota in tutto il mondo. Sono anche ingrediente per numerose insalate alla francese.

Dolci francesi

Quello dei dolci tipici francesi è un capitolo a sé: la pasticceria francese è infatti nota in tutto il mondo. Dai modernissimi macaron alle torte francesi, come la Millefoglie, la Tarte Tatin, a base di mele, o la Saint Honoré. Per la colazione invece non si possono non menzionare i croissant francesi, copiati in tutto il mondo.

Leggi Tutto

CERCA RICETTE