Lasagna napoletana - Fine Dining Lovers

Foto: IStock

Lasagna napoletana

Ecco la ricetta tradizionale della lasagna napoletana, il grande classico partenopeo da preparare per le occasioni speciali.

03 Marzo, 2022
Average: 4 (2 votes)

porzioni

6

Tempo Totale

2 HR 0 MIN

ingredienti

Per il ragù
Maiale
500 g, costine
Cipolle
1
Pomodori San Marzano
1 kg, pelati
Alloro
1 foglia
Vino Rosso
100 ml
Olio Extravergine di Oliva
q.b.
Sale
q.b.
Pepe
q.b.
Per le lasagne
Semola di Grano Duro
350 g
Acqua
100 ml
Per le polpettine
Maiale
300 gr di carne tritata
Grana Padano
100 g
Mollica di Pane
50 g
Uova
1
Sale
q.b.
Pepe
q.b.
Olio per Friggere
500 ml
Per il ripieno
Provola
250 gr
Ricotta
250 gr
Salame
150 g
Uova
3, sode
Grana Padano
100 g

Preparazione

La lasagna napoletana, anche detta lasagna di carnevale, è un grande classico della cucina partenopea, un piatto ricco e popolare, preparato tradizionalmente nei momenti di festa. La realizzazione di questa ricetta è piuttosto lunga e laboriosa, perché bisogna occuparsi di preparare gran parte degli ingredienti che la compongono: le sfoglie di pasta fresca fatte a base di semola di grano duro, il ragù napoletano, le polpettine fritte. Farcita con ricotta, provola, salame e uova sode, questa lasagna ricca e filante conquisterà grandi e piccini!

Seppure i tempi di preparazione di questa ricetta siano lunghi, la lasagna napoletana è semplice da realizzare a casa, seguendo gli step della nostra ricetta.

Step 01

Per il ragù

Tagliate le costine di maiale nel senso dell’osso, cospargetele di sale e pepe. Lasciatele riposare per una decina di minuti, prima di soffriggerle in una pentola capiente con un filo d’olio.

Quando la carne inizia ad avere una crosticina dorata, aggiungete la cipolla sminuzzata. Lasciatela appassire, sfumate con il vino rosso e, quando l’alcol sarà evaporato, coprite con i pomodori pelati.

Lasciate cuocere il ragù a fuoco lento per almeno 3-5 ore. A metà cottura, aggiungete la foglia d’alloro. A cottura ultimata staccate la carne dall’osso.

Step 02

Per le sfoglie di lasagna

Setacciate la farina e create una fontana su un piano  di lavoro. Incorporate gradualmente l’acqua alla farina, impastando prima con la forchetta e poi con le mani, fino a ottenere un impasto liscio ed elastico. Formate un panetto, copritelo con della pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigo per almeno mezz’ora.

Dopo questo tempo, tirate fuori la pasta dal frigorifero. Per creare le sfoglie di lasagna, potete usare il mattarello o la macchinetta per la pasta. L’ideale è ricavare dei rettangoli di circa 25 per 20 centimetri. Posizionateli su una superficie leggermente infarinata, copriteli con uno strofinaccio pulito e lasciateli da parte fino al momento di assemblare la lasagna.

Step 03

Per le polpettine

Per preparare le polpettine, iniziate mettendo il pane raffermo a bagno nel latte. Quando sarà ammollato, strizzatelo bene.

Mettete in una ciotola la carne macinata, l'uovo, il pane a tocchetti, parmigiano e sale. Amalgamate bene gli ingredienti mescolandoli con le mani e formate delle polpettine piccolissime, grandi quanto delle nocciole.

Fatele riposare in frigorifero per almeno mezz’ora, per permettere alla carne di rassodarsi. Dopo questo tempo, friggete le polpettine in olio bollente. Quando saranno ben dorate, posatele su un foglio di carta assorbente, per eliminarne l’olio in eccesso e mettetele da parte.

Step 04

Per il ripieno della lasagna

Preparate le uova sode. Lasciatele raffreddare e tagliatele in spicchi.
Tagliate a dadini la provola e il salame Napoli.
Mettete a scolare la ricotta in un colino per una mezz’oretta. Trasferitela poi in una ciotola e conditela con sale, pepe, parmigiano e un mestolo di ragù. Mescolate bene per amalgamare gli ingredienti.

Step 05

Per assemblare la lasagna

Prima di iniziare, sbollentate le sfoglie di lasagna in acqua bollente, per due o tre minuti al massimo. Scolatele e passatele sotto l’acqua fredda per fermarne la cottura.

Ora che tutti gli ingredienti della vostra lasagna napoletana sono pronte, è arrivato il momento di passare all’assemblaggio del piatto, che verrà poi cotto il forno.

Preriscaldate il forno a 200°C.

Versate un mestolo abbondante di ragù su fondo della teglia e iniziate ad alternare strati di sfoglie di pasta, ricotta mescolata col sugo e condita, provola e uova a pezzetti, polpettine, salame e parmigiano. Passate allo strato successivo e continuate fino a esaurire gli ingredienti, creando almeno tre strati di lasagna. Per finire, spolverate la superficie della lasagna napoletana con il parmigiano e coprite con abbondante ragù.

Infornate per almeno 30 minuti. Servite la vostra lasagna calda e filante.
 

Lasagna bolognese vs lasagna napoletana: le differenze

La lasagna napoletana affonda le sue radici nella storia della città.  Come per la maggior parte dei piatti tradizionali, ogni famiglia custodisce gelosamente la propria versione di questa ricetta popolare e antica. Di sicuro, i napoletani gustavano già questo piatto alla fine del 1700, quando la città faceva parte del Regno delle due Sicilie. Si dice che il Re Ferdinando II amasse molto questo piatto, al punto da avere essere soprannominato "Re Lasagna".

Le lasagne sono un grande classico della cucina italiana, preparate per festeggiare a tavola i momenti speciali e le domeniche in famiglia, come tradizione vuole. Sempre apprezzate, esistono in diverse varianti, più o meno originali.

La più famosa è sicuramente quella alla bolognese, che differisce dalla ricetta della lasagna napoletana in vari punti. Per iniziare, se la sfoglia usata a Napoli è preparata a base di grano duro e acqua, quella usata nella lasagna bolognese è una pasta all’uovo.

La lasagna bolognese è preparata con il ragù di carne macinata, rigorosamente misto di maiale e manzo, mentre il ragù napoletano è fatto con pezzi di carne interi, cotti molto lentamente nella salsa di pomodoro. Inoltre nella versione napoletana è arricchita da deliziose polpettine piccole e fritte.

Per finire, se il ripieno della lasagna napoletana è arricchito da ricotta, salame e uova sode, in quella bolognese gli strati di pasta sono alternati a ragù, besciamella e parmigiano.

Conservazione

Come tanti altri piatti cotti al forno, la lasagna è ancora più buona il giorno dopo! Potete conservare la lasagna napoletana in frigorifero, coperta con della pellicola trasparente, per circa 1 o 2 giorni. Prima di gustarla, pensate a riscaldarla per qualche minuto, in forno o nel microonde, per renderla filante e gustosa.

Per altre idee golose di pasta al forno, ecco le migliori ricette con e senza besciamella.

 

Pasta patate e provola - Fine Dining Lovers

Pasta patate e provola

Ricetta successiva