Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Cuba libre

Cuba libre

Rum, cola e lime: tre ingredienti per uno dei cocktail più iconici e popolari del mondo. Scopri tutti i segreti per preparare un perfetto Cuba libre anche a casa tua!

27 Maggio, 2022
Average: 4 (1 vote)

Tipo di Piatto

porzioni

1

ingredienti

Rum
50 ml, bianco
Coca Cola
120 ml
Succo di Lime
10 ml
Per guarnire
Lime
1 spicchio

Preparazione

Bicchiere
Tumbler alto (Highball)

Attrezzatura

  • Jigger
  • Barspoon
  • Pinzetta per frutta

Metodo
Build

Step 01

Cuba libre

Riempire il bicchiere scelto con del ghiaccio.

Step 02

Cuba libre

Spremere 10 ml di lime, utilizzando lo spremiagrumi manuale, direttamente nel jigger (per
verificarne la quantità esatta) e versarlo nel bicchiere.

Step 03

Cuba libre

Dosare con il jigger 50 ml di Rum bianco e versare nel bicchiere

Step 04

Cuba libre

Aggiungere 120 ml di Coca Cola.

Step 05

Cuba libre

Emulsionare delicatamente gli ingredienti con l'aiuto di un barspoon.

Step 06

Cuba libre

Guarnire il bicchiere con uno spicchio di lime. Il cocktail è pronto per essere servito.

Storia del Cuba libre

Il 1898 per Cuba è un anno importante perché con la rapida guerra ispano-americana l’isola caraibica ottenne l’indipendenza dalla Spagna. E lo fece appunto grazie all’aiuto degli Stati Uniti, ingolositi dalla possibilità di fare di Cuba un loro protettorato. Quel dettaglio nell’immediato futuro avrebbe causato le prime di una lunga serie di “incomprensioni” tra i due paesi, ma prima dell’irreparabile la loro unione si celebrò con una bevanda e un grido: ¡Por Cuba libre! (per Cuba libera). Rum cubano e Coca Cola americana dunque, brindato con l’urlo di battaglia dei guerriglieri. Poco importa poi se a inventarlo fu un barman cubano, il capitano americano Russell o il soldato semplice John Doe, che lo ordinò all'American Bar di Calle Nettuno de L’Avana.

Come al solito però la Storia, quella vera, rema contro la poesia. È infatti improbabile che nei primi del Novecento la Coca Cola, inventata da John Pemberton nel 1886, fosse già arrivata fuori dai confini americani. Anzi in patria la bevanda, inizialmente usata come medicinale, si diffuse solo intorno al 1920 per raggiungere il successo negli anni Trenta e Quaranta. Chissà quindi se il noto drink abbia mai visto un bicchiere cubano. Più facile ipotizzare che si utilizzò una cola generica, e magari per allungare un Daiquiri, e magari non per celebrare l’amore tra USA e Cuba.

Un’altra ipotesi addirittura fa risalire l'origine del nome non al motto dei guerriglieri ma alla testata del giornale rivoluzionario Cuba Libre fondato nel 1928 da Julio Antonio Mella.

Curiosità

Il drink è citato in un famoso libro dello scrittore cileno Luis Sepulveda, citazione divenuta un noto aforisma basato su un dialogo tra un barman ed un avventore. “Preparami un eufemismo, fratello! – Un che? – Un Cuba Libre!”

Varianti del Cuba libre

Il Rum e Cola è la variante più comune del Cuba Libre, ricetta nella quale viene semplicemente tolto il lime dagli ingredienti. Il Cuba libre pestato, variante che prevede la miscelazione muddler, con l'utilizzo del lime pestato, ghiaccio tritato e dello zucchero di canna; l'aggiunta dello zucchero di canna e la necessità di integrarlo agli altri ingredienti con una miscelazione più marcata contribuisce a diminuire l'effervescenza e a modificare la dolcezza del cocktail. Nel Cuba libre cubano il rum bianco viene sostituito da quello ambrato e si aggiunge lo Sweet & Sour. Il Cubata è la variante che prevede l'utilizzo di rum invecchiato al posto del rum chiaro. 

CERCA RICETTE